Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Rubano scarpe: incastrati da WhatsApp
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Rubano scarpe: incastrati da WhatsApp

Il furto alla Decathlon di Vercelli

Il complice avrebbe potuto farla franca… Se non avesse usato Whatsapp. È un caso piuttosto curioso quello avvenuto a Vercelli la settimana scorsa. Un giovane di 28 anni, di Novara, uscendo dal negozio Decathlon ha fatto suonare gli allarmi antitaccheggio. Il personale addetto ha scoperto che il ragazzo non aveva pagato un paio di scarpe del valore di poco più di 100 euro, per poi tentare di nasconderle in un cestino. Il 28enne era in compagnia di un’altra persona che, però, non aveva fatto scattare alcun allarme e appariva dunque estraneo ai fatti. Sul posto è intervenuta la Polizia e il giovane è stato condotto in Questura per gli atti del caso. Proprio durante la stesura, il novarese ha consegnato nelle mani degli agenti il telefono per fornire alcuni dati. Sventuratamente per lui, in quel momento sullo smartphone è arrivato un messaggio tramite l’applicazione WhatsApp: l’uomo che era con lui al negozio lo informava di essere andato in un campo a “imboscare le scarpe”. Da qui gli agenti sono risaliti a lui, un 36enne residente nella provincia di Novara, e sono riusciti a recuperare e restituire le scarpe precedentemente nascoste. I due sono indagati per furto aggravato.

Articolo precedente
Articolo precedente