Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Varallo allarme per un incendio boschivo
Cronaca Varallo e Alta Valsesia -

Varallo allarme per un incendio boschivo

Personale Aib ed elicottero della Regione in azione. Da martedì ci sarà un elicottero in presidio stabile.

varallo allarme

Varallo allarme per un rogo: interviene l’elicottero.

Varallo allarme incendio

Personale Aib in azione a Varallo. Il sistema Antincendi boschivi della Regione Piemonte è in azione per lo spegnimento dei numerosi incendi che si sono sviluppati in questi giorni. Oltre agli incendi nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola, ne sono scaturiti anche a Varallo e in provincia di Alessandria. Anche oggi, accanto ai volontari Aib ed ai vigili del fuoco, è intervenuto l’elicottero regionale. Il personale Aib è in azione a Fraconalto, in provincia di Alessandria, con 16 volontari, 7 mezzi e un elicottero, a Varallo e a Valstrona, nel Verbano Cusio Ossola. In Valsesia è ancora molto vivo il timore del fuoco dopo il gigantesco incendio che l’anno scorso ha devastato le montagne al confine con la Valsessera.

Presidio

Dalla giornata di martedì, dopo l’intervallo dovuto al passaggio del maltempo previsto sul Piemonte, verrà raddoppiato il presidio elicotteristico. Le basi di Varallo e Busano, in provincia di Torino, potranno quindi contare su due mezzi in disponibilità continua. La decisione è dovuta anche al fatto che i mezzi dello Stato sono impegnati prioritariamente sulle emergenze che stanno interessando il Centro-Sud e le isole.  Oggi molti volontari, insieme con i colleghi della Protezione civile,  sono stati impiegati per la rimozione di alberi e lamiere ad Alessandria e Moncalvo (Asti).  L’evolversi della situazione è seguito con attenzione dall’assessore regionale alla Protezione civile, che ringrazia i volontari che, affrontando condizioni climatiche difficoltose, stanno prestando un prezioso servizio in aiuto alla popolazione e alla salvaguardia del territorio.

Immagine di repertorio

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente