Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Volontario Croce rossa muore durante un servizio a soli 25 anni
Cronaca Fuori zona -

Volontario Croce rossa muore durante un servizio a soli 25 anni

Tragico incidente, il commovente ricordo del presidente del comitato.

Volontario Croce rossa muore durante un servizio a soli 25 anni. Tragico incidente, il commovente ricordo del presidente del comitato.

Volontario Croce rossa muore durante un servizio a soli 25 anni

Ha sbandato andando a schiantarsi contro il guard-rail mentre alla guida di furgone per disabili percorreva la tangenziale di Torino. Come riporta Prima Torino, uno schianto violento nel quale Andrea Ancora, 25 anni, giovane volontario della Croce rossa di Beinasco, ha perso la vita. L’incidente è avvenuto l’altra sera all’altezza di Rivoli.

Sbalzato fuori dall’abitacolo

Il ragazzo è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. Soccorso dagli uomini del 118, è stato trasportato in condizioni gravissime al Cto di Torino, dove purtroppo è deceduto nel corso della notte.
LEGGI ANCHE: Schianto mortale: perde la vita centauro 27enne

Sul posto sono intervenuti, oltre ai sanitari, anche gli agenti della polizia stradale di Torino e gli ausiliari della viabilità dell’Ativa. Due corsie di marcia sono state chiuse al traffico per permettere le operazioni di soccorso e messa in sicurezza dell’arteria.

Il toccante ricordo del comitato Cri

Queste le parole del presidente del comitato Croce rossa di Beinasco:

“In tanti anni di volontariato ti abbiamo visto soccorrere e curare, professionale e sicuro di quello che stavi facendo, sempre con delicatezza. Nonostante il tuo essere un ragazzone eri come una farfalla leggera. Ti abbiamo visto disponibile: SEMPRE, anche quando non avresti voluto o sarebbe stato meglio fare altro. Non ti risparmiavi mai. Solo il sabato non avevi tempo per il tuo Comitato perché al sabato lavoravi con la tua mamma. E ti piaceva un sacco quel mestiere; se avevamo un dubbio su qualche pralina o sul caffè ci davi tutte le informazioni con dovizia di particolari.
Ti abbiamo visto cucinare, indaffarato e orgoglioso di ciò che stavi producendo per i tuoi colleghi. Il più delle volte noi in polo e pile, tu in maniche corte. Ti abbiamo visto soffrire quando la sorte ha colpito la tua famiglia e abbiamo cercato di starti vicino come potevamo. Ma ti abbiamo visto tante, tantissime volte ridere, spensierato e pronto allo scherzo con la tua squadra e tutti noi: i tuoi fratelli.
Oggi in Comitato sembriamo delle formiche ubriache che si muovono per inerzia. Già manchi.
Sicuramente hai trovato tuo papà ad accoglierti e ti starà confortando per farti sentire meno duro il distacco. Noi per ora sentiamo solo dolore, ma sappiamo che ci stai chiedendo di sostenere la tua famiglia e lo faremo perché siamo tuoi fratelli.
Quello che hai seminato lo porteremo avanti e siamo certi che sarai sempre vicino a noi perché in fondo l’amore è l’unica cosa che conta ed è l’unica cosa che rimane”.

La raccolta fondi

Il comitato della Croce rossa di Beinasco ha organizzato una raccolta fondi in sua memoria. Clicca qui per accedere alla campagna GoFundMe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *