Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Il gorgonzola Palzola, da Cavallirio alla conquista di Cibus
Cultura e turismo Novarese -

Il gorgonzola Palzola, da Cavallirio alla conquista di Cibus

L’ad Poletti: «Tutto è realizzato nel rispetto di storia e gusto»

Palzola, “il Sciur dei Gorgonzola” come lo chiamano i Legnanesi, storici testimonial del caseificio novarese che lo produce, sarà presente a Cibus 2016. Il Gorgonzola innanzitutto, fiore all’occhiello di ‘Palzola’, pluripremiato nei più prestigiosi concorsi caseari sia nella versione ‘Dolce’ che ‘Piccante’: poi il ‘Palfuoco’, erborinato cremoso con il peperoncino.

Tra le novità 2016 anche le tomette colorate, che a Cibus faranno il loro debutto in anteprima: un ‘arcobaleno di gusto’ nelle versioni – oltre alla consueta ‘Palciotta’, al naturale – allo zafferano (gialla), al carbone vegetale (nera), alla birra (paglierina), alle erbette (bianco-verde), al peperoncino (bianco-rossa), al vino (viola, la ‘Palciucca’).

 «A Cavallirio, in provincia di Novara, produciamo il Gorgonzola secondo tradizione, valorizzando al massimo l’esperienza dei nostri casari: non l’uomo al servizio della tecnologia, bensì il contrario – sottolinea Sergio Poletti, amministratore della Palzola -. Tutto è realizzato nel rispetto di storia, gusto, tradizione e territorio: un esempio? Le nostre celle di stagionatura a raffreddamento forzato e naturale, statiche e dinamiche, che riproducono le condizioni climatiche ideali per un ottimale affinamento». Il risultato? Come scrive la critica, “un Gorgonzola sorprendente per equilibri nella versione ‘dolce’ e di vigore marcato nella declinazione ‘piccante’”.

 

Articolo precedente
Articolo precedente