Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > La musica di Tomadin incanta Valduggia
Cultura e turismo Borgosesia e dintorni -

La musica di Tomadin incanta Valduggia

Per il penultimo appuntamento  del “Festival internazionale degli storici organi della Valsesia”

Il concerto valduggese dell’organista Manuel Tomadin è stato il penultimo appuntamento della 29esima edizione del “Festival internazionale degli storici organi della Valsesia”, curato dal maestro Mario Duella. Numerose le persone che hanno partecipato alla serata di due venerdì fa ospitata nella chiesa parrocchiale di Santa Maria. Il concerto di Valduggia, che ha aderito al Festival fin dal primo anno, è sempre uno dei più seguiti dal pubblico, per via del maestoso organo novecentesco della chiesa di Santa Maria: «Questo organo – commenta Piera Mazzone, direttrice della biblioteca civica di Varallo – è un ottimo strumento che ben si presta alle qualità del maestro Tomadin, l’organista più decorato in competizioni di esecuzione della sua generazione». Il programma musicale proposto da Tomadin, che ha incantato i presenti, ha spaziato da brani del periodo Barocco fino a raggiungere il Romanticismo. Al termine del concerto è intervento il parroco don Dante Airaga, che ha sottolineato il valore e il significato della musica per organo e sottolineato l’importanza di amarla. Seduti nel pubblico anche alcuni amministratori comunali: il sindaco Pier Luigi Prino e i consiglieri Davide Guida e Matilde Zoia. Due giorni dopo, domenica, Tomadin ha concluso il festival a Borgosesia, nella chiesa di Sant’Antonio.