Seguici su

Cronaca

Neonato abbandonato in un cassonetto dei rifiuti: passante sente il pianto e lancia l’allarme

Il piccolo era stato chiuso in un sacchetto di plastica ancora con cordone ombelicale e placenta attaccati.

Pubblicato

il

Neonato abbandonato in un cassonetto dei rifiuti: passante sente il pianto e lancia l’allarme. Il piccolo era stato chiuso in un sacchetto di plastica ancora con cordone ombelicale e placenta attaccati.

Neonato abbandonato in un cassonetto dei rifiuti: passante sente il pianto e lancia l’allarme

Scoperta choc nel Canavese, dove un neonato è stato trovato abbandonato in un cassonetto dei rifiuti: il piccolo, maschietto, aveva ancora il cordone ombelicale e la placenta attaccati. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, sabato 13 gennaio.

Come riportano i colleghi di Prima Torino, il piccolo è stato trovato abbandonato in un cassonetto dei rifiuti a Villanova Canavese. Si trovava chiuso in un sacchetto di nylon, è stato miracolosamente salvato grazie all’intervento provvidenziale di un passante.

Un passante lo salva

L’uomo, un 49enne, ha riferito di essere stato attirato dal pianto proveniente dal cassonetto. Erano circa le 20. Senza esitazione, il 49enne ha portato il piccolo a casa per scaldarlo con mezzi di fortuna, ma intanto ha chiamato il 118 e la polizia, garantendo così il rapido intervento dei soccorsi. Come accennato, il piccolo era chiuso dentro un sacchetto di nylon di quelli che si usano per la spesa.

Il neonato è poi stato affidato alle cure dei sanitari del 118 e trasportato all’ospedale di Ciriè. Dalle prime informazioni non sarebbe in pericolo di vita.

Partite le indagini

Le indagini sono sjbito partoite da parte delle forze dell’ordine per risalire all’identità della madre. Le telecamere della zona potrebbero fornire importanti dettagli sul momento dell’abbandono del neonato, e ci si augura che possano contribuire a far luce su questa terribile vicenda.

 

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *