Seguici su

Cronaca

Suicida col nitrito di sodio a 27 anni, come aveva fatto il fidanzato cinque mesi fa

Una vicenda straziante che ha portato via due giovani.

Pubblicato

il

vigili del fuoco ambulanza notte

Suicida col nitrito di sodio a 27 anni, come aveva fatto il fidanzato cinque mesi fa. Una vicenda straziante che ha portato via due giovani.

Suicida col nitrito di sodio a 27 anni, come aveva fatto il fidanzato cinque mesi fa

Sono stati i genitori a trovarla, ormai priva di vita, nella sua camera. Inutile l’intervento del personale del 118 e dei carabinieri: il medico ha potuto solo constatare il decesso della ragazza. E nella camera, vicino a una lettera di addio a mamma e papà, c’era un composto chimico che può rivelarsi micidiale: il nitrito di sodio.

Come riportano i colleghi della Prealpina, una ragazza di 27 anni residente in Valbossa, una zona a est del Lago Maggiore sulla sponda varesina, ha deciso di togliersi la vita in questo modo. Una storia che diventa straziante se si ricorda che cinque mesi fa anche il suo fidanzato si era ucciso con la stessa sostanza chimica.

Un conservante che diventa veleno

Il nitrito di sodio è una sostanza che può essere acquistata con relativa facilità anche sul web. E’ parecchio usata, per esempio, nell’industria alimentare come conservante. Ma può essere letale se diluita in acqua e assunta in quantità elevate.

E proprio ingerendo nitrito di sodio in quantità si era tolto la vita il fidanzato 25enne della giovane donna. Era stato lei a trovarlo ormai agonizzante in un parco pubblico. Evidentemente non è riuscita a elaborare il dolore, e dopo cinque mesi ha deciso di seguirlo, ingerendo la stessa sostanza.
Foto d’archivio

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *