Seguici su

Senza categoria

Coggiola, un boom di partecipanti alla festa della Paletta

Pubblicato

il

Edizione da incorniciare

 Record di presenze alla sagra “Paletta e dintorni” dei giorni scorsi. Migliaia di persone si sono infatti date appuntamento alla tradizionale festa a Coggiola. La via del paese, abbellita dai nastri rossi e bianchi dalle sagome e dai palloncini dei maialini rosa, ha accolto le bancarelle di hobbisti e delle associazioni, ha dato modo ai commercianti di aprire le loro saracinesche, ai locali di preparare i momenti gastronomici o di proporre musica. Un paese in festa, con la gente per strada a chiacchierare, a passeggiare, a gustare i piatti tipici o ad ascoltare musica. «La festa di quest’anno – conferma il presidente della Pro loco Ennio Allera – è stata davvero un successone. Complice anche la bella giornata di sole, è arrivata a Coggiola tanta gente come da tempo non si vedeva. A pranzo tutti abbiamo lavorato e anche nello stand della Pro loco sono venuti a mangiare centinaia di persone. E’ andato davvero tutto bene e siamo contenti. C’era anche movimento attorno alle bancarelle, e anche questo non si vedeva da tempo. E’ stato un bel modo per stare insieme e questo è stato davvero importante. Abbiamo lavorato duro, ma il risultato ci premia sicuramente».

Visitate anche le mostre fotografiche sui 50 anni della Coggiola-Viera in bicicletta e le vecchie fotografie sparse lungo la via del paese e nelle vetrine. Interessante anche l’allestimento nella zona vecchia di Zuccaro con pupazzi che impersonavano mestieri. Attive anche le associazioni che si sono messe in “vetrina” o che hanno presentato la loro attività come la sezione Avis, che è stata affiancata dai clown dottori del Naso in tasca di Biella. O i volontari dello Sci club Noveis che hanno preparato le castagne, mentre la mountain bike Oasi Zegna ha coinvolto i più piccoli. La banda Giuseppe Verdi ha invece suonato, in mattinata, lungo la via principale di Coggiola. Al pomeriggio sono state le note e l’entusiasmo della “Marciapè street band” e degli “Squilibrass” a coinvolgere il pubblico con la musica. «Ripeto: c’è stato molto lavoro dietro a questa festa – conclude Allera – e un grande ringraziamento va a tutte le persone che hanno lavorato, anche i giovani, e a chi ha collaborato. Alle associazioni, ai commercianti, ai produttori, ai visitatori. Insieme siamo riusciti a rendere “speciale” questa nostra manifestazione, che è stata davvero un successo».