Seguici su

Senza categoria

Roasio scena straziante davanti ai soccorritori: donna morta col vecchio cagnolino

Pubblicato

il

Roasio scena straziante davanti ai soccorritori: donna morta col vecchio cagnolino. Quando i vigili del fuoco sono entrati nella sua abitazione hanno trovato il corpo di Maria Ciccone, 76 anni, in avanzato stato di decomposizione. E vicino a lei c’era anche il suo cagnolino, anche lui morto.

Roasio scena straziante davanti ai soccorritori: donna morta col vecchio cagnolino

Cane e padrona se ne sono andati quasi insieme. Forse la donna, già provata dopo essere rimasta sola per la scomparsa del marito, non ha resistito al dolore per la morte del suo animale da compagnia. O forse è stata lei ad andarsene prima della bestiola, la quale ha poi seguito la sorte della sua padrona. Comunque sia andata, è stata una scena struggente quella che si è presentata l’altro giorno davanti agli occhi dei soccorritori entrati nella casa.

Il decesso dieci giorni fa

Il decesso risale ad almeno dieci giorni fa secondo una prima perizia del medico legale. Nessun mistero, si è trattato di un malore. La donna abitava in frazione Santa Maria in via Massimo D’Azeglio a Roasio. Non vedendola ormai da tempo, alcuni conoscenti hanno deciso di chiamare le forze dell’ordine. Maria Ciccone aveva 76 anni, da due era rimasta vedova del marito Giachino Iorio Picco, una vita tranquilla sempre insieme condivisa anche nel lavoro. L’anziana dopo il lutto aveva continuato ad abitare nella casa di frazione Santa Maria seppur con gli acciacchi dovuti all’età. Nel boom della pandemia del Covid-19 si era fatta aiutare per la consegna della spesa e dei medicinali a casa. E aveva preferito rimanere al riparo per evitare contagi concedendosi qualche uscita solo per fare i bisognini al proprio cane.

LEGGI ANCHE Roasio auto finisce nel fosso a lato strada

Proprio dal periodo del Coronavirus si vedeva un po’ meno in giro, forse per questo la sua assenza non è stata subito notata dai vicini e conoscenti. Qualcuno però ha provato a cercarla al telefono oppure suonando al campanello senza ricevere risposta. Da qui la decisione di chiamare le forze dell’ordine. Quando i vigili del fuoco del comando di Varallo sono entrati nell’abitazione l’odore acre e nauseabondo che pervadeva la casa ha fatto subito pensare al peggio. Il medico legale poi ha potuto accertare che la donna era morta da almeno dieci giorni per cause naturali. Vicino a lei c’era il suo cane, forse proprio il dispiacere per la morte dell’animale ha provocato un malore nella donna che non è riuscita neppure a chiedere aiuto.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *