Seguici su

Senza categoria

Sorpresa a Campertogno: gli allevatori sono sempre più giovani

Pubblicato

il

Alla fiera del bestiame di Campertogno le protagoniste sono state ancora una volta le nuove generazioni

Alla 20ª edizione della fiera del bestiame dell’alta Valsesia premiati i giovani allevatori. L’evento è stato organizzato nei giorni scorsi a Campertogno. Numerosi gli animali presenti a testimonianza che il settore dell’allevamento sta mantenendo in alta valle: 185 bovini, 15 equini e oltre 500 ovicaprini presenti delle aziende Ines e Alfio Bacher, Aldo, Roberto, Matteo e Jasmine Chiara, Sergio Giacomino di Campertogno, Valter Negra, Rosilva Garbella di Piode, Germano e Massimo Narchialli di Riva Valdobbia, Gianni e Silvano Guglielmina di Rassa, Anna Maria Piacenza di Mollia, Oscar Valzer di Alagna, Maria Antonietta Ferraris e Gianluca Turcotti di Scopello e Marco Franzini di Ghemme. Sono seguite le premiazioni agliallevatori da parte delle autorità presenti con la consegna del campanaccio offerto dalla Pro loco. Presenti anche numerosi espositori di prodotti tipici, dell’artigianato locale e degli articoli e attrezzature agricole.

E’ stato inoltre assegnato il simbolico “premio giovani” a Giulio Cottini di Molila, Giacomo Serra di Campertogno e Loris Lora Lamia di Piode che a giudizio degli allevatori partecipanti hanno meritato l’attestato per l’impegno e la passione dimostrata nella partecipazione all’attività di allevamento. L’iniziativa ha visto la collaborazione del Comune, Pro loco, campeggio “Gatto e la volpe”, un ringraziamento anche ai partecipanti per la collaborazione prestata. Lunedì sera invece al ristorante “Gatto e la volpe” si è tenuta la cena dei pastori dell’alta Valsesia, numerosi presenti tra cui diversi giovani.