Notizia Oggi Borgosesia > Senza categoria > Trivero cerca sponsor per acquistare tre defibrillatori
Senza categoria Sessera, Trivero, Mosso -

Trivero cerca sponsor per acquistare tre defibrillatori

Nei giorni scorsi è partita una serie di lettere indirizzate alle attività economiche della zona, compresi uffici e negozi

Trivero si rivolge a imprenditori e commercianti che vogliano finanziare i defibrillatori. Nei giorni scorsi una lettera è stata inviata alle varie realtà presenti in paese per cercare interlocutori interessati ad appoggiare il progetto.

Il sindaco Mario Carli nella lettera spiega: «Il “Progetto cuore in Comune” darà la possibilità al nostro Comune di ricevere gratuitamente alcuni defibrillaltori semiautomatici per emergenze inseriti in appositi totem». Il primo cittadino specifica l’importanza dell’iniziativa: «Tali dispositivi salvavita consentono di incrementare notevolmente il grado di sicurezza della salute di tutti i cittadini e verranno posiziona in luoghi sensibili e ad altra frequentazione: il palazzo comunale di Ronco, un altro in frazione Pratrivero e un terzo in frazione Lora in via Roma». Insomma quasi tutto il territorio sarà coperto.

L’obiettivo per coprire i costi è quello di coinvolgere nell’iniziativa gli imprenditori del territorio, non solo le grandi realtà ma anche coloro che hanno un ufficio o un negozio a Trivero. Si tratta di una sorta di sponsorizzazione come spiega l’amministrazione comunale nella missiva: «La realizzazione e il finanziamento del progetto avverrà grazie al contributo e alla sensibilità degli imprenditori i quali posizioneranno il proprio marchio sulla superficie del totem che conterrà il defibrillatore». E si aggiunge ancora: «Sarà una importante occasione per promuovere il marchio aziendale con un particolare valore aggiunto: le imprese sensibili contribuiranno in maniera concreta a una iniziativa che andrà a incrementare la sicurezza di tutta la comunità, abbinando la propria immagine a una iniziativa dal forte risvolto etico e morale». Insomma, un po’ come è capitato per l’impianto di videosorveglianza si spera in un appoggio da parte dei privati per firmare un altro progetto che possa garantire la sicurezza del territorio.

Articolo precedente
Articolo precedente