Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Italo Quazzola si lascia i guai alle spalle
Sport Varallo e Alta Valsesia -

Italo Quazzola si lascia i guai alle spalle

Oltre a subire lo stop obbligato del lockdown, l'atleta di Scopello ha dovuto fare i conti con alcuni problemi di salute. Ora, però, è pronto a tornare in pista.

Italo Quazzola

Italo Quazzola pronto a tornare in pista dopo avere affrontato alcuni problemi di salute.

Italo Quazzola torna a correre

Il podista valsesiano Italo Quazzola si appresta a tornare in pista. Le gare podistiche sono ancora lontane, perché prima c’è da recuperare la forma. Ma oltre al lockdown l’atleta di Scopello ha dovuto fare i conti anche con un problema di salute che l’ha stoppato per diverso tempo. «Dopo due mesi di riposo assoluto dovuto a un pneumotorace e tre mesi lontano dalla corsa per un problema all’anca ho ripreso l’attività», ha annunciato nei giorni scorsi il giovane atleta sulla sua pagina Facebook.

La condivisione

E per cercare di motivarsi ha deciso di condividere con i propri sostenitori il suo programma di recupero verso l’agonismo. «L’idea è quella di postare un video alla fine di ogni settimana dove racconto gli allenamenti fatti e quelli in programma – spiega -. Lo scopo non è quello di fare i BigLike ma di raccontare questo nuovo inizio, soprattutto a chi si sente scoraggiato a dover ricominciare da zero dopo questi tristi mesi». La prima settimana ha cominciato con semplici movimenti a piedi, poi ha iniziato a lavorare con la bici sull’aerobia inserendo anche esercizi di potenziamento a corpo libero per ricominciare a rimodellare la massa muscolare. Il primo obiettivo era migliorare il fiato e recuperare dal fastidio all’anca.

I risultati

Dopo le prime settimane Quazzola ha avuto finalmente un effetto di una piacevole stanchezza che gli mancava. «Non so quale sarà il mio futuro ma proverò con tutte le mie forze a tornare come prima per la mia società e i miei compagni», ha scritto in un altro post il portacolori dell’Atletica Casone Noceto, seguito sempre da Tiziano Bozzo. C’è la voglia di tornare in pista e in gara, ma al momento non c’è fretta. Di fatto l’attività della Fidal attualmente è ferma quasi del tutto. Non è stato ancora dato, infatti, il via libera alle competizioni su strada e al podismo in generale e agli organizzatori non resta al momento che stare alla finestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *