Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valsessera apre emporio solidale: cento famiglie accreditate
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Valsessera apre emporio solidale: cento famiglie accreditate

Martedì 16 luglio l'inaugurazione. Il progetto è sostenuto da una rete di associazioni.

valsessera apre

Valsessera apre l’emporio solidale: l’inaugurazione è fissata per martedì 16 luglio.

Valsessera apre l’emporio

Un nuovo sostegno per le persone che stanno vivendo un momento critico: a giorni aprirà l’emporio solidale della Valsessera. Martedì 16 luglio a Portula aprirà i battenti a Granero. Inaugurazione alle 15 con un primo momento al Don Fava per poi spostarsi nei locali appena sistemati. Si tratta di una nuova forma di aiuto alle famiglie in difficoltà proposto e realizzato da una rete di associazioni onlus. Grazie al contributo della Regione Piemonte, Bando 2018 e grazie ai contributi delle associazioni si è potuto attrezzare una parte dell’ex cinema Radar con impianti idonei alla conservazione degli alimenti anche freschi facendolo diventare un minimarket.

Cento famiglie

«Le attrezzature di cui l’emporio è dotato consentono di mettere a disposizione degli utenti non solo alimenti non deperibili ma anche i “freschi” – spiega Massimo Platini, presidente Avci. onlus che ha promosso il progetto -. Sono oltre cento i nuclei familiari della Valsessera che potranno accedere all’emporio e sono tutti accreditati attraverso il centro di ascolto della Caritas». Emporio della Valsessera si avvale del lavoro dei volontari appartenenti alla Caritas, ad Auser, a Manitese, oltre a privati cittadini dei Comuni che si sono offerti di collaborare sia nella preparazione del locale sia nella futura conduzione. «Saranno presenti due operatori dei servizi sociali dell’Unione montana Valsesia – riprende – per i quali sono stati attivati due “percorsi individuali di attivazione sociale sostenibile”. La possibilità di offrire un contributo economico a due operatori è stata offerta dalla Fondazione Cattolica Assicurazioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente