Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Grignasco cane infilzato da una freccia
Cronaca Serravalle e Grignasco -

Grignasco cane infilzato da una freccia

Dopo l’operazione effettuata da un veterinario, è partita automaticamente la denuncia ai carabinieri

Grignasco cane infilzato da una freccia. L’episodio è accaduto pochi giorni fa.

Grignasco cane infilzato da una freccia

Venerdì un cucciolo di pitbull è stato colpito con una freccia lanciata da una balestra. L’unica fortuna è che la freccia si era fermata a pochi centimetri dalla vena aorta, altrimenti l’animale sarebbe morto dissanguato. «Neppure voglio pensarci – spiega la proprietaria -. Ma quanto successo è assurdo. La freccia è entrata tra spalla e collo e si è fermata appena prima del cuore. E’ un episodio che ci ha davvero scioccato. Neppure il veterinario aveva mai visto una crudeltà del genere».

La vicenda

La padrona è tornata a casa a mezzogiorno e ha trovato il cane con la freccia al collo. Non ci ha pensato un attimo e ha portato l’animale dal veterinario dove è stato operato d’urgenza. Direttamente il veterinario ha presentato la segnalazione agli organi preposti che adesso avvieranno i controlli del caso. Impossibile capire se il gesto sia stato fatto apposta, o se invece è stato un errore. Ma un cucciolo di cane è stato comunque preso di mira e si è salvato per un pelo.

Animali presi di mira

Questo non è il primo caso di gesti violenti nei confronti di animali. Basti pensare appena qualche mese fa alla volpe addomesticata e adottata dalle famiglie di Zuccaro a Coggiola che venne trovata uccisa proprio in pieno centro con un proiettile. La scorsa settimana invece un cane era stato barbaramente giustiziato con un colpo di arma da fuoco in testa tra Gattinara e Rovasenda.  E su questo episodio si è mossa anche l’Aidaa (associazione italiana difesa animali e ambiente) che deciso di mettere una taglia di 5mila euro sulla testa del colpevole, o dei colpevoli di questo barbaro gesto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente