Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ailoche sospiro di sollievo: la piazza non sta sprofondando
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Ailoche sospiro di sollievo: la piazza non sta sprofondando

La strumentazione posizionata tre anni fa non ha rilevato segni di cedimento.

ailoche sospiro

Ailoche sospiro di sollievo per la piazza del paese: tre anni di controlli non hanno evidenziato uno sprofondamento.

Ailoche sospiro di sollievo per la piazza

La situazione è tranquilla: la piazza di Ailoche non sta sprofondando. Gli inclinometri posizionati ormai tre anni fa non hanno dato segnali. Erano stati messi dopo il rischio cedimenti. In alcune parti del territorio si erano notate infatti crepe su strade e strutture, e così l’amministrazione del sindaco Massimo Langhi aveva deciso di lanciare un progetto di verifica e recupero. Per questo era stato chiesto e ottenuto un contributo alla Regione da 12mila euro per cercare di monitorare la situazione da vicino. Nella piazza davanti alla chiesa è stato posizionato un inclinometro: si tratta di un apparecchio che consiste in due tubi in grado di rilevare i movimenti del sottosuolo. E’ stato posto sottoterra e rileva la presenza di dissesti, anche lievi.

I controlli

A occuparsi della posa è un’azienda di Pavia e l’intervento è seguito da geologi specializzati. E’ l’Arpa a occuparsi del monitoraggio: ogni sei mesi avviene una verifica per capire se ci sono smottamenti nel terreno, e anche il Comune potrà visionare. «Avevano avuto una frana a valle della piazza della chiesa – spiega il sindaco Massimo Langhi – e avevamo notato alcune crepe anche sulla strada. Per questo avevamo voluto monitorare la situazione, proprio per non rischiare». Per fortuna segnali di movimenti non se ne sono verificati: «In questi anni la situazione è stata tranquilla e speriamo che continui così. Ogni sei mesi i tecnici verificano i dati dell’inclinometro e così noi possiamo avere la situazione sotto controllo e intervenire in tempi stretti nel caso in cui ce ne fosse bisogno».

I lavori

Intanto l’amministrazione comunale anche nell’ultimo periodo ha avviato una serie di interventi per la messa in sicurezza del territorio. Diverse le emergenze negli ultimi anni soprattutto lungo i versanti che hanno franato a causa delle abbondanti piogge.
Sono arrivati 130mila euro per la messa in sicurezza del muro di frazione Piasca con appalto già affidato e finanziato grazie al servizio opere pubbliche della Regione e al Ministero. Il Comune poi ha ricevuto anche 40mila euro per la manutenzione della strada che da Venarolo porta alla Brugarola, in questo caso si tratta di lavori di asfaltatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente