Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Avis Grignasco fa il pieno di giovani: boom di nuovi iscritti
Attualità Serravalle e Grignasco -

Avis Grignasco fa il pieno di giovani: boom di nuovi iscritti

«A ogni donazione abbiamo registrato come minimo 5 nuovi ragazzi che hanno deciso di diventare soci. Arrivano anche da Serravalle e Prato Sesia»

Avis Grignasco fa il pieno di giovani: boom di nuovi iscritti. Iniziate a marzo, proseguono le donazioni nella sede del sodalizio guidato da Franco Franchi, la penultima dell’anno è stata ieri.

Avis Grignasco fa il pieno di giovani: boom di nuovi iscritti

In questi mesi in Avis si sono avvicinati molti ragazzi. «La cosa che mi ha personalmente colpito è la quantità di giovani che hanno deciso per la prima volta di venire a conoscerci ma non solo – evidenzia il referente dell’associazione-. Si sono sottoposti agli esami del sangue e dopo i controlli di routine sono diventati in un secondo momento donatori a tutti gli effetti. Quindi, se da un lato non riscontriamo un ricambio generazionale per quanto concerne il lato amministrativo e gestionale dell’intero sodalizio e delle attività del gruppo, dall’altro però siamo piacevolmente sorpresi dalla nuova linfa vitale che sta nascendo».

LEGGI ANCHE Grignasco borse studio alle tre migliori universitarie

Numeri

E i numeri parlano chiaro. «Ad ogni donazione abbiamo registrato come minimo 5 nuovi ragazzi che hanno deciso di sottoporsi ai controlli e ci hanno espresso la volontà di entrare a far parte della nostra realtà – sottolinea Franchi -. E’ un numero davvero molto importante per una realtà come la nostra». E ciò che ha colpito molto il punto di riferimento del gruppo è la provenienza dei nuovi donatori. «Sono per lo più ragazzi di Grignasco – conclude Franchi – ma ci sono anche giovani di Serravalle e Prato Sesia. Ovviamente le nostre porte sono sempre aperte, anzi ne approfittiamo per lanciare un ulteriore appello: se qualcun altro volesse diventare parte della nostra grande famiglia non dovrà far altro che presentarsi in sede e noi lo accoglieremo a braccia aperte».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente