Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Boca ricorda Giuseppe Reda, dirigente alla Filatura ed ex presidente Pro loco
Attualità Novarese -

Boca ricorda Giuseppe Reda, dirigente alla Filatura ed ex presidente Pro loco

Conosciutissimo in tutto il Novarese, è mancato a soli 70 anni.

Boca ricorda Giuseppe Reda, dirigente alla Filatura ed ex presidente Pro loco. E’ morto a soli 70 anni.

Boca ricorda Giuseppe Reda, dirigente alla Filatura ed ex presidente Pro loco

Era una persona molto conosciuta in paese, che fu rappresentante dell’amministrazione comunale, ex-dirigente della Filatura di Grignasco e già presidente della Pro loco. L’uomo si era ammalato di Covid alcune settimane fa e, dopo essere stato ricoverato all’ospedale di Borgomanero per affrontare il decorso della malattia, ha avuto un tracollo ed è spirato quando sembrava ormai prossimo al ritorno a casa.

La carriera in Filatura

Reda viveva a Boca da quando aveva sposato Lucia, dalla quale aveva avuto i figli Alessandra, attuale consigliere comunale, e Andrea, dal quale aveva avuto due nipotini. Da giovane, aveva vissuto invece a Prato Sesia, dove i coscritti della classe 1950 hanno esposto una loro epigrafe, a ricordo dell’amico. Dopo gli studi e il matrimonio, avvenuto poco dopo il ritorno dal servizio militare, Reda aveva trascorso la carriera lavorativa per lunghissimi anni nella grande azienda tessile grignaschese dove, grazie alla sua perizia, aveva ricoperto incarichi di volta in volta più prestigiosi, arrivando alla dirigenza, fino alla pensione, raggiunta negli anni 2000.

Presente nella vita sociale

Nel suo paese d’adozione, era sempre stato presente nella vita sociale, partecipando attivamente all’amministrazione comunale e impegnandosi per molti anni nell’organizzazione delle iniziative della Pro loco, della quale aveva ricoperto vari incarichi fino alla presidenza, dal 2008 al 2010. Anche dopo essere uscito dal quadro direttivo, aveva però continuato a partecipare al lavoro del sodalizio, continuando a fornire consigli e aiuti preziosi.
Per mantenere fede alla sua indole generosa e altruista, pur non facendo più parte del consiglio, negli ultimi tempi era anche divenuto membro del gruppo di volontari organizzato dal Comune.

LEGGI ANCHE Ponzone dice addio a Giacomo Verzoletto, genio del tessile

Nonostante in paese si sapesse del contagio che l’aveva colpito, la sua scomparsa è stato un vero fulmine a ciel sereno, proprio perché negli ultimi tempi sembrava che le notizie circa la sua salute fossero positive. Anche per questo, pur nel rispetto delle misure di sicurezza, è stata grande la partecipazione alle esequie, che si sono svolte ieri mattina, nella cripta del santuario del Santissimo Crocefisso di Boca. Il feretro è stato poi portato al cimitero del paese.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *