Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia operazione da 5 milioni: ex ospedale diventa succursale di Sant’Anna
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia operazione da 5 milioni: ex ospedale diventa succursale di Sant’Anna

Attraverso la formula del “project financing” una cooperativa permetterà di recuperare l’edificio senza dover impiegare soldi pubblici.

Borgosesia investimento da 5 milioni: ex ospedale diventa succursale della casa di riposo.

Borgosesia ex ospedale diventa succursale di Sant’Anna

Il nuovo anno a Borgosesia si apre con una notizia destinata a velocizzare i tempi per il recupero del vecchio ospedale e la realizzazione di una sede staccata della casa di riposo di Sant’Anna. È stato formalizzato il progetto di una cooperativa interessata a sviluppare la ristrutturazione dell’immobile di piazzale Lora attraverso un investimento di cinque milioni di euro. Su queste basi sarà aperta la gara d’appalto che consentirà di avviare la fase dei lavori entro l’estate.

Nessun impiego di soldi pubblici

Il progetto riguarda i piani superiori dell’edificio che si affaccia su piazzale Lora e l’area del pronto soccorso.  La strada scelta dal Comune di Borgosesia per recuperare lo stabile abbandonato del vecchio ospedale e assicurare l’ampliamento della casa di riposo cittadina è stata quella del “project financing” in modo da coinvolgere soggetti privati.

LEGGI ANCHE: Inps Borgosesia pronta la nuova sede. Ma per il trasloco c’è da aspettare

Interessata la cooperativa Anteo

«Come primo passaggio abbiamo invitato tutte le cooperative regionali del settore della socio-assistenza a pronunciarsi su una eventuale manifestazione d’interesse – dice il sindaco Paolo Tiramani -. Molte sono venute a prendere visione, e alla fine è stato presentato un unico progetto, della cooperativa Anteo, che si è resa disponibile per assumere la gestione della casa di riposo e sviluppare la ristrutturazione del vecchio ospedale con un investimento di cinque milioni di euro».

Sarà titolare per un tot di anni

«I costi dell’opera vengono quindi attribuiti al privato, che in cambio mantiene la titolarità di una struttura assistenziale che potrà gestire per un certo numero di anni. Abbiamo nominato i professionisti per verificare se il piano economico finanziario sia congruo, si passerà quindi alle procedure amministrative per arrivare alla gara d’appalto. Base dell’asta pubblica sarà proprio la proposta di Anteo su cui altre cooperative potranno eventualmente presentare rialzo».

LEGGI ANCHE: Borgosesia inaugura Agenzia entrate nell’ex ospedale

Concluso il recupero dell’ex ospedale

La creazione di una sede staccata di Sant’Anna andrebbe a concludere il recupero del vecchio “Santi Pietro e Paolo”. «Nell’edificio principale si potranno ricavare sessanta posti assistenziali – anticipa il primo cittadino -, mentre nell’ex pronto soccorso troverebbero spazio i servizi generali quali lavanderia, infermeria, magazzini, cucine. Sui tempi, c’è l’interesse di ciascuna parte che siano rapidi, e si può immaginare di avviare la procedura entro maggio»

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *