Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia padiglione coperto in arrivo al parco Magni
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia padiglione coperto in arrivo al parco Magni

Richiamerà lo stile della vecchia serra e permetterà lo svolgimento di eventi anche in caso di maltempo.

borgosesia padiglione

Borgosesia padiglione per gli eventi al parco Magni: l’idea dell’amministrazione.

Borgosesia padiglione al parco

Una soluzione affinché feste e manifestazioni al parco Magni possano avere luogo anche con il brutto tempo: sarà possibile con la creazione di una struttura che rievocherà la vecchia serra dell’area verde. Il Comune sta lavorando al progetto, che prevede tre fasi per l’esecuzione: per la prima, la posa del basamento, è attivo il bando e potrebbe essere realizzata già in primavera.

Niente annullamenti

A occuparsi del progetto è l’assessore comunale Eleonora Guida che ha la delega sul parco Magni: «L’idea di base è di poter contare su una struttura che permetta lo svolgimento di ogni evento che viene organizzato nel parco – evidenzia -. In questo modo non ci sarebbero sorprese in caso di pioggia, che talvolta costringe ad annullare manifestazioni organizzate da tempo e per le quali le associazioni hanno profuso impegno e sforzi. In caso di maltempo, non si sospenderebbe la festa ma si trasferirebbe al chiuso. Si potrebbe così organizzare qualunque iniziativa, in ogni momento dell’anno». Il “padiglione” troverà spazio nell’area del parco immediatamente a sinistra dell’ingresso da via Vittorio Veneto.

Lo stile

«Sarà perfettamente in sintonia con l’ambiente circostante, niente che possa deturpare l’aspetto del parco – rassicura Guida -. Sarà una costruzione con molto vetro, sul modello che può richiamare la vecchia serra del parco, l’edificio che ora ospita il bar. Il progetto viene visto in sintonia con la Sovrintendenza, che ha tutela sul parco».
E’ nella fase del bando il primo elemento: «Sarà il basamento – spiega l’assessore -, contiamo di poter assegnare a breve i lavori e portarli in esecuzione per la primavera. Il secondo lotto sarà la struttura vera e propria, e contiamo di metterlo in bilancio nell’anno in corso. L’ultimo blocco sarà invece riservato al riscaldamento e alla cucina, ossia a tutto quanto permetterà di rendere funzionale la costruzione per poter ospitare feste e attività».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente