Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia rinviata la fontana in piazza: lavori a metà maggio
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia rinviata la fontana in piazza: lavori a metà maggio

Oltre all'installazione, ci saranno un rinnovo degli arredi, l'introduzione dell'illuminazione a led e la realizzazione di un'area verde.

borgosesia rinviata

Borgosesia rinviata l’apertura dei lavori per la fontana in piazza Mazzini.

Borgosesia rinviata la fontana

Bisognerà attendere ulteriormente per vedere la riqualificazione di piazza Mazzini a Borgosesia, con la realizzazione della fontana. Ci vorrà qualche settimana in più prima di poter aprire il cantiere, e per la metà di maggio si dovrebbero vedere i primi interventi. Di conseguenza slitterà in avanti anche la conclusione dei lavori, in un primo tempo prevista per la ricorrenza patronale: si andrà sino a luglio, limitatamente alla porzione di piazza dove sorgerà la fontana.
Ci sono ragioni organizzative che spingono in avanti l’avvio dei lavori per la costruzione del basamento in piazza Mazzini: «Per iniziare si sta aspettando di avere pronte tutte le diversi parti che compongono il monumento – spiega l’assessore comunale Fabrizio Bonaccio, delegato ai lavori pubblici -, non avrebbe senso aprire il cantiere e poi attendere. Due delle statue per la fontana sono già pronte. In questi giorni stiamo avendo ripetute riunioni con progettista e responsabili della ditta che svolgerà il lavoro, per definire come gestire l’operazione».

La fontana

La fontana dedicata a Emanuela Setti Carraro, nata a Borgosesia e uccisa in un attentato di mafia il 3 settembre 1982 insieme al marito Carlo Alberto Dalla Chiesa, rappresenta sicuramente l’elemento più rilevante e discusso nella riqualificazione generale della piazza. Non sarà tuttavia l’unica novità: sono previsti gli arredi, dai vasi alle panchine, l’illuminazione a led, e la creazione di un’area verde a semicerchio all’altezza della direttrice delle vie XX Settembre e Roma. L’importo complessivo del progetto è fissato in 265mila euro, di cui 120mila per lavori e il resto per spese tecniche e generali.

I tempi

L’obiettivo dell’amministrazione era avviare l’intervento ad aprile in modo da completare entro fine giugno, in tempo per la festa patronale di San Pietro e Paolo e degli eventi che verranno organizzati in piazza per la ricorrenza. «A questo punto è certo che si andrà oltre giugno – anticipa Bonaccio -. A slittare sarà tuttavia solo la parte che riguarda la realizzazione della fontana, quindi sarà minima l’area della piazza che resterà interdetta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente