Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Bornate cena con delitto: erano in 120 | LE FOTO
Attualità Serravalle e Grignasco -

Bornate cena con delitto: erano in 120 | LE FOTO

La Compagnia della Civetta ha inscenato la vicenda.

bornate cena con delitto

Bornate cena del mistero con la Pro loco e il Comitato benefico bornatese.

Bornate cena del delitto

C’è stato un assassino da scoprire sabato sera alla Ca’ di Lanternun di Bornate. Questo fine settimana la Pro loco in collaborazione con il Comitato benefico bornatese ha infatti organizzato un appuntamento gastronomico che ha dato modo ai commensali di gustare una serie di prelibatezze e divertirsi: una “cena con delitto”. I partecipanti sono stati divisi in tavoli, ognuno dei quali prendeva il nome di un particolare investigatore. Dopo aver fatto accomodare i presenti, Mauro Piolo, presidente della Pro loco, ha preso la parola: «Quella di stasera è una delle novità introdotte dal nostro sodalizio. Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo a Michela Cominetti che ha seguito da vicino l’organizzazione di questa serata. Siamo davvero molto soddisfatti di vedere così tanti partecipanti».

Fai scorrere le immagini per vedere tutte le fotografie

Il mistero

Nel corso della serata alcuni attori della “Compagnia della Civetta” hanno messo in scena un mistero da risolvere. Tutto è partito da uno pseudo articolo di giornale nel quale i presenti dovevano iniziare a capire i primi indizi sull’assassinio compiuto ai piedi del Monte Rosa. A seguire, gli interpreti, che rappresentavano i protagonisti della vicenda fantasiosa, hanno condotto i commensali in un racconto particolare. Scopo del gioco era riuscire a scovare o anche solo avvicinarsi il più possibile a chi aveva compiuto l’assassinio. A vincere è stato il tavolo di Rocco Schiavone, seguito da Sherlock Holmes, Candice Renoir, Dick Tracy, Tenente Colombo, Montalbano, Agatha Christie. E come di consueto, al termine della serata, gli organizzatori hanno “tirato le somme” dell’evento. «Siamo davvero contenti della partecipazione da parte della gente – conclude Piolo -. Abbiamo avuto 120 commensali e per essere la prima volta che proponevamo questo evento, non può che essere un risultato più che soddisfacente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente