Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cacciatori braccati da un gruppo di animalisti
Attualità Fuori zona -

Cacciatori braccati da un gruppo di animalisti

A Rondissone un episodio che ricorda quanto avveniva due anni fa in bassa Valsesia.

Cacciatori braccati da un gruppo di animalisti: curioso episodio accaduto nei giorni scorsi a Rondissone. Alla fine è partita la denuncia: ne parla nuovaperiferia.it.

Cacciatori braccati da animalisti vegani: “Tre ore di provocazioni e insulti”

Un curioso episodio accaduto nei gorni sorsi nelle campagne di Rondissone fa ritornare alla memoria le tensione di due anni fa in bassa Valsesia, quando cacciatori e animalisti si fronteggiavano nei boschi quasi ogni domenica. A raccontare il fatto sono le doppiette sulla pagina Facebook “Il nuovo cacciatore piemontese”. «Sabato 10 novembre a Rondissone tre amici cacciatori hanno vissuto un’esperienza alquanto sgradevole con un gruppo di fanatici (alcuni coperti in volto con una sciarpa), in gran parte donne, presentatisi loro come animalisti e vegani. Per tre ore, a partire dalle 7,45, i cacciatori sono stati molestati, disturbati, insultati, provocati, diffamati, minacciati e aggrediti verbalmente da questa decina di persone, e da uno in particolare di loro che capitanava il manipolo. I nostri amici non hanno mai colto le provocazioni, prima invitandoli ad allontanarsi, ma poi, nulla ottenendo, e vista la pervicacia dei molestatori, hanno chiamato le Forze dell’Ordine».

Alla fine parte la denuncia

«La situazione s’è sbloccata solo quando i cacciatori, ormai strettamente tallonati dal gruppo di animalisti, e così impediti ad esercitare la loro attività, sono tornati alle auto ed hanno scoperto che questi avevano parcheggiato vicino a loro. Casualmente in quel momento in zona è transitata una pattuglia dei carabinieri e i cacciatori hanno cercato d’attirare l’attenzione sbracciando: i disturbatori, che comunicavano tra loro per radio, forse credendo che i militi fossero giunti sul posto per loro, si sono dati ad una velocissima fuga». La storia però non finirà così, perché i tre cacciatori hanno presentato denunci, fornendo indicazioni per individuare i presunti molestatori.

Un Commento

  • Davide ha detto:

    I cacciatori mi fanno pena e schifo allo stesso tempo. L’unico lato positivo della caccia è quando questi amanti dell’attivita Venatoria si sparano a vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente