Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Casa Famiglia Gattinara: arrivati i primi quattro giovani ospiti
Attualità Gattinara e Vercellese -

Casa Famiglia Gattinara: arrivati i primi quattro giovani ospiti

La struttura può accogliere fino a dodici persone.

casa famiglia

Casa Famiglia Gattinara entra in funzione a tutti gli effetti: il sindaco ha dato il benvenuto agli ospiti.

Casa Famiglia Gattinara in funzione

Al via l’attività della casa famiglia di Gattinara. Sono arrivati nei giorni scorsi i primi ospiti della comunità residenziale per minori “Binario 9 ¾”, inaugurata alcune settimane fa nell’ex stazione ferroviaria. Si tratta di quattro ragazzi, tra i 14 e i 16 anni che ora di fatto abitano in città, tanto che nella mattinata di sabato hanno ricevuto anche la visita del sindaco Daniele Baglione, che li ha accolti, invitando a scoprire la città. Per la comunità per minori, gestita dalla cooperativa onlus “I colori del sorriso” di Arborio, ora è tempo di iniziare la piena attività.

Gli addetti

Al momento, infatti, nella struttura lavorano cinque persone, che presto diventeranno sei. Si tratta di un’educatrice coordinatrice, di tre educatori e di una oss; la prossima settimana arriverà un secondo operatore socio sanitario. «Sin dal momento dell’inaugurazione – dice Paolo Fanetti, della cooperativa “I colori del sorriso” – siamo sempre stati pronti a partire, eseguendo le disposizioni dei vari tribunali e dell’Asl. Ora il nostro centro entra nella sua piena operatività. Ci ha fatto molto piacere che i nostri primi ospiti abbiano apprezzato la qualità della struttura, il comfort, la funzionalità dei locali e i colori che contraddistinguono ogni ambiente. Il nostro lavoro sarà quello di accompagnarli nella loro crescita e di farli sentire il più a loro agio possibile».

I posti

La comunità educativa residenziale per minori “Binario 9 ¾” è in grado di ospitare fino a dodici ragazzi (dieci residenti più due posti per la pronta accoglienza) dagli 11 ai 17 anni provenienti da famiglie in difficoltà. «In questa struttura – dice la presidente della cooperativa, Annalisa Ferrarotti – siamo in grado di offrire un ambiente il più famigliare e domestico possibile, con educatori pronti a dare rispetto, emozione, amore e affetto».

Un Commento

  • Maria Assunta ha detto:

    Buongiorno auguri per la vostra nuova struttura. Sono un operatore socio sanitario sarei veramente felice di entrare a fare parte della vostra famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *