Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Casa Mary Zegna annuncia la chiusura: Valdilana, allarme per i 40 ospiti

L’istituto dovrebbe chiudere i battenti il 15 giugno. E al momento non si parla di nuove gestioni.

Casa Mary Zegna annuncia la chiusura: Valdilana, allarme per gli ospiti. La cooperativa che gestisce il servizio ha annunciato la cessazione perché non potrebbe più disporre dell’immobile. E al momento non si parla né di nuove gestioni, né di soluzioni alternative. La struttura però si sarebbe resa disponibile a cercare una sistemazione alternativa per gli ospiti (una quarantina), ovviamente d’intesa con le famiglie.

Casa Mary Zegna annuncia la chiusura: Valdilana, allarme per gli ospiti

In ogni caso, c’è preoccupazione per chi ha parenti ospitati nell’istituto che sorge lungo la strada che dal Centro Zegna porta verso Portula. L’annuncio della chiusura della struttura, che avverrà a metà giugno, ha lasciato senza parole la comunità e i familiari degli ospiti, che in questi giorni hanno ricevuto una lettera da parte dei responsabili della cooperativa sociale Synesis Scs, che gestisce il servizio (mentre l’edificio è di proprietà del Cottolengo).

LEGGI ANCHE Trivero operatori Casa Mary decidono di chiudersi dentro con gli ospiti

Di recente, all’inizio dell’emergenza Coronavirus, gli operatori sono saliti all’onore delle cronache nazionali per essersi “barricati” con gli ospiti all’interno dello stabile per evitare contagi. Il fulmine a ciel sereno ha colpito le persone che ruotano intorno alla struttura, i familiari che dovranno trovare una nuova “dimora” che ospiti gli anziani. «I nostri cari – dicono alcuni parenti – soffriranno certamente per questo trasloco che dovrà avvenire entro un mese. Dobbiamo dire che la cooperativa ci aveva sempre coinvolto in modo positivo, inviandoci video, rendendoci partecipi alle attività, di come veniva organizzata la gestione. Ora si trova costretta a darci questa notizia che ci ha travolti, soprattutto perché stiamo vivendo in un periodo di emergenza, un periodo dove pensavamo di poter lasciare i nostri cari al sicuro, vista la situazione legata al Coronavirus».

Numerosi familiari hanno parole di stima verso la direzione e soprattutto verso il personale che, in questi anni, si è dimostrato disponibile e professionale nei confronti degli ospiti. Ma alcuni non comprendono come mai i vertici della società non abbiano avvisato prima della decisione di chiudere il presidio sanitario: «Forse è accaduto qualcosa che ha sorpreso anche loro, non si sa…» La cooperativa sociale Synesis aveva, dal 2003, un contratto di locazione immobiliare con i proprietari della struttura che è attualmente in scadenza. Il presidio socio sanitario di Valdilana non avendo più disponibilità dell’immobile e non avendone reperito un altro idoneo per poter trasferire il servizio ha disposto la cessazione dell’operatività della Residenza Mary Zegna a partire dal 15 giugno di quest’anno.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *