Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cinofili Ghemme creano tutorial: come far divertire il cane
Attualità Novarese -

Cinofili Ghemme creano tutorial: come far divertire il cane

Gli esercizi si possono rivelare particolarmente utili in questi giorni in cui gli animali possono trascorrere poco tempo fuori casa.

cinofili ghemme

Cinofili Ghemme insegnano a giocare con il cane in modo formativo: disponibili su Facebook le video-guide.

Cinofili Ghemme in video

Aiutare i propri animali a non annoiarsi, anche ora che possono trascorrere poco tempo fuori casa. In questi giorni sono apparsi sulla pagina Facebook del Progetto educativo cinofilo di Ghemme, varie iniziative “a distanza” rivolte ai proprietari di cane. Si va dalla letture consigliate a degli esercizi da svolgere con il proprio quattro zampe.

Rafforzare la relazione

«L’idea di realizzare i video tutorial – afferma Cristiana Zanella – fra le responsabili del Pec, e istruttrice di dog dance, l’avevamo già da tempo, abbiamo colto quest’occasione di quarantena per riuscire a montarli e postarli. Sono dedicati a tutti coloro che convivono con un cane, ma alcuni giochi che verranno presto pubblicati si possono fare anche con i gatti. L’idea è di trascorrere del tempo di qualità con il nostro amico quattro zampe, rafforzando la relazione e la collaborazione tra cane e umano».

Gli esercizi

Il primo video mostra alcuni comandi base, «abbiamo poi aggiunto gli esercizi di dog dance che oltre ad essere simpatici da svolgere insieme, sono una sorta di stretching per il cane. I giochi di naso, invece, vanno a stimolare l’abilità del cane di riconoscere con l’olfatto il premio nascosto. I giochi si possono tranquillamente fare in casa o in giardino. Il gioco esercita diversi benefici sulle varie tipologie di cani, quelli anziani mantengono attiva la memoria, i cani timorosi trovano il coraggio e l’autostima, i più vivaci imparano a moderarsi per arrivare al premio. Pubblicheremo altri video – conclude Zanella – sull’allenamento dinamico e statico. Ci occuperemo più avanti anche dei cani disabili».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente