Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cittadini “custodi” del rione: progetto a Grignasco
Attualità Serravalle e Grignasco -

Cittadini “custodi” del rione: progetto a Grignasco

In programma diverse attività legate alla sicurezza in paese: dal "controllo di vicinato" ai corsi di autodifesa.

cittadini custodi

Cittadini “custodi” del paese: a Grignasco in programma attività di “controllo del vicinato”.

Cittadini “custodi”

Un “occhio” alle case dei vicini, corsi di autodifesa, consigli contro le truffe per gli anziani. Come annunciato in campagna elettorale, l’amministrazione comunale guidata da Katia Bui sta lavorando per introdurre diverse novità in materia di sicurezza territoriale. «Grazie all’aiuto importante del nostro assessore esterno Dario Dho sono in cantiere molte idee – commenta il primo cittadino -. Vorremmo per esempio portare nel nostro Comune il “Controllo del vicinato” che sta riscuotendo ampio successo in particolare in Lombardia».

Fare rete

L’idea alla base del nuovo progetto è di creare una rete tra cittadini e tenere sotto controllo, in via precauzionale, vie e angoli del paese. «Ho avuto modo di confrontarmi con la realtà di Olgiate Olona dove è in essere questa iniziativa – prosegue Dho -. Si vorrebbe dividere idealmente il paese in aree, ognuna delle quali avrà dei referenti che raccoglieranno segnalazioni in merito a personaggi o veicoli “sospetti” tramite magari dei passa parola telefonici con mezzi specifici come Whatsapp o il pc. A seguire, le informazioni verranno passate a me, o alla polizia municipale e quindi, alle forze dell’ordine. L’appello che mi sento di rivolgere alla comunità è di partecipare attivamente, perché è un progetto che può essere particolarmente importante per tutti».

La formazione

La “videosorveglianza umana” sarà anche segnalata con particolari cartelli. «Si metteranno dei pannelli che come l’iniziativa in sé, sono dei deterrenti – prosegue l’assessore -. E ovviamente ci sarà della formazione, nessuno verrà coinvolto nell’iniziativa senza avere delle basi di difesa, nozioni giuridiche, di soccorsi e sanitarie. Crediamo che siano fondamentali i concetti di collaborazione e formazione. Partiremo a settembre con un incontro pubblico in cui si illustreranno le caratteristiche della nostra idea e in cui presenteremo anche la possibilità di proporre dei corsi di difesa personale». Il “Controllo del vicinato” ha diversi scopi dunque. «Oltre alla sicurezza aiuta anche a tornare al rapporto tra vicini – aggiunge Bui -, in un momento in cui si recepisce il bisogno di recuperare un senso di comunità, e all’attenzione verso il territorio».

Difesa personale

Nel programma del Ferragosto grignaschese c’è stata anche una dimostrazione di difesa personale a cura dell’a.s.d Rbk di Borgomanero, iniziativa che rientra nel programma sicurezza del Comune. «Il tutto è legato al fatto che vorremmo promuovere anche degli incontri formativi per i cittadini – commenta Dho – Non sappiamo ancora i dettagli in merito, ma avremmo proprio intenzione di organizzare dei corsi aperti a tutti». Tra le numerose intenzioni che l’amministrazione vorrebbe portare avanti ci sono anche incontri per i giovani. «Si sta pensando di promuovere anche degli eventi in particolare per gli anziani per evitare che possano cadere vittime di truffe e poi sarebbe interessante anche mettere in moto un progetto informativo nelle scuole. Stiamo lavorando su molteplici fronti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente