Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Coggiola rifugio Moglietti riapre grazie a due ragazzi
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Coggiola rifugio Moglietti riapre grazie a due ragazzi

La struttura potrà rappresentare un punto di riferimento soprattutto per gli appassionati di mountain bike

coggiola rifugio

Coggiola rifugio Moglietti ha una nuova gestione: due giovani danno nuova linfa alla struttura.

Coggiola rifugio Moglietti a nuovo

Si propone di diventare un punto di riferimento per i biker che scelgono Coggiola e dintorni per le loro gite: il rifugio Moglietti riapre con la gestione di due giovani, Simone La Gamba e Veronica Brera Molinaro. Simone ha lavorato per anni in giro per il mondo anche in importanti catene di ristorazione, poi ha deciso di tornare in Valsessera e riaprire il locale con la sua compagna. I due ragazzi sono originari rispettivamente di Crevacuore e Coggiola.

Il ritorno a casa

«Per me questo è il diciassettesimo anno di lavoro – racconta Simone La Gamba -. Dopo aver lavorato anche in importanti ristoranti curando la cucina c’era voglia di avviare un progetto vicino a casa». E così l’occasione si è presentata con il rifugio Moglietti che cercava un gestore, ha preso in mano la struttura da poche settimane con la compagna Veronica Brera Molinaro. «Un ringraziamento – spiega – va alle nostre famiglie che ci hanno aiutato a ripulire, tinteggiare e sistemare i locali. Prima delle festività abbiamo fatto un grande lavoro di sistemazione proprio per presentarci nel migliore dei modi e poter iniziare a lavorare».

I ciclisti

«Visto che il rifugio si trova proprio vicino ai sentieri delle mountain bike abbiamo stretto una collaborazione con la “Coggiola enduro trails” – riprende La Gamba -. Gli enduristi che frequentano i sentieri di Coggiola soprattutto nel fine settimana potranno rifocillarsi al rifugio con un menù speciale per loro». Lungo le piste sono stati posizionati anche i cartelli che indicano il percorso per raggiungere il rifugio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente