Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Crevacuore guerra legale per le multe con l’autovelox
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Crevacuore guerra legale per le multe con l’autovelox

Giudice di pace annulla la sanzione a tre automobilisti. Ma il Comune ricorre a sua volta. Un caso che potrebbe innescarne altri.

Crevacuore chiusa

Crevacuore guerra legale per le multe con l’autovelox. Giudice di pace annulla la sanzione a tre automobilisti. Ma il Comune ricorre a sua volta.

Crevacuore guerra legale per le multe con l’autovelox

«In centro paese a Crevacuore c’è un limite di velocità da rispettare: e non si transige». Parte da questo presupposto la decisione dell’amministrazione comunale del sindaco Ermanno Raffo di opporsi a una sentenza del giudice di pace che ha dato ragione a tre automobilisti che si erano visti arrivare la multa per velocità superiore al limite consentito in centro paese, con rilevazione da speed-check. «Abbiamo deciso di ricorrere – spiega il sindaco Ermanno Raffo – perchè nella sentenza non si dice che gli automobilisti rispettavano il limite di velocità. Cioè di fatto conferma che c’è stata una violazione. Quindi, sentito anche il nostro legale, abbiamo deciso di far valere le nostre ragioni».

LEGGI ANCHE: Crevacuore ennesimo vandalismo contro gli speed-check

Per il giudice di pace irregolare la procedura

Il giudice di pace ha imposto al Comune di cancellare le sanzioni segnalando una serie di irregolarità nella rilevazione e nella segnalazione dei dispositivi. In ogni caso, una battaglia che potrebbe innescarne altre: qualora il Comune perdesse la causa, è ovvio che altri multati potrebbero fare ricorso, sempre che ne avessero gli elementi necessari.

Un Commento

  • fornengo riccardo ha detto:

    Innanzitutto bisogna sfatare questa ipocrisia del “posizionamento degli speed-check non ha mai l’intento di fare “cassa”, ma è un chiaro invito a moderare la velocità” perché, se così fosse, il Comune avrebbe messo in atto tutte le prescrizioni della CIRCOLARE MINNITI sulla metodologia del rilevamento della velocità.
    Poi, non è vero che il Comune ha rinunciato per il protrarsi delle causa, bensì dopo aver perso anche l’appello nei confronti del primo automobilista (con obbligo di risarcimento delle spese legali e di un’ indennizzo, oltre alla spese legali del proprio avvocato) il Comune ha proposto al secondo automobilista di abbandonare la causa per non doversi (eventualmente o sicuramente?) sobbarcare altre ed ulteriori spese legali. Da notare che il Sindaco di Crevacuore ha “giocato” con i soldi dei cittadini attingendo dalle casse del Comune per pagare avvocati e spese quando bastava pagare subito 43€ e la questione si chiudeva subito.
    Quindi, in futuro, se il Comune di Crevacuore vorrà posizionare gli autovelox dovrà OBBLIGATORIAMENTE SEGNALARE IN QUALE DEI TOTEM ARANCIONI LO STESSO SARA’ POSIZIONATO perché se si vuole far rispettare le leggi, bisogna rispettarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *