Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Crevacuore in primavera i lavori per ricostruire la strada franata
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Crevacuore in primavera i lavori per ricostruire la strada franata

Secondo le previsioni, la situazione potrebbe tornare alla normalità in estate.

Crevacuore in primavera

Crevacuore in primavera è previsto il cantiere per la sistemazione della strada parzialmente distrutta dall’alluvione.

Crevacuore in primavera i lavori

Sono in programma in primavera i lavori per il ripristino del ponte a Crevacuore. Proprio nei giorni scorsi si è svolto un summit tra i tecnici della Provincia, della Regione con il Comune di Crevacuore per fare il punto della situazione. L’obiettivo è di tornare alla normalità per la prossima estate. «Come amministrazione – spiega il sindaco Ermanno Raffo – ci eravamo mossi subito dopo l’alluvione incaricando lo studio Fauda di realizzare una serie di analisi sulla struttura. Le analisi si sono concluse e in pratica è stato chiarito che uno dei piloni necessita di rinforzo in cemento armato. Poi sarà riempito il terrapieno che si è portato via l’acqua, a protezione verrà realizzata una scogliera. Sono previste poi altre opere di rinforzo e tutela dell’area».

Non occorre demolire

Il ponte dunque non dovrà essere demolito e rifatto, questo di fatto permette di accorciare i tempi di ripristino della viabilità e soprattutto di contenere la spesa. «La demolizione è stata esclusa per fortuna – ribadisce Raffo – anche perché avrebbe allungato i tempi di realizzazione e sarebbe stata una spesa difficile da sostenere. I sondaggi hanno chiarito che serve un rinforzo al pilone, ovviamente sono previste numerose altre opere di rinforzo di tutta l’area».
Nella notte tra il 2 e 3 ottobre la furia dell’acqua dello Strona si era portata via una parte del ponte, a dare l’allarme era stato un automobilista che aveva avvisato i carabinieri. Il torrente era uscito dalla propria sede e aveva iniziato a scavare portandosi via le barriere protettive.

Le analisi

Subito dopo la chiusura il Comune aveva avviato una serie di analisi e incontri per cercare di ripristinare nel minor tempo possibile la viabilità. In questi mesi sono stati fatti sopralluoghi, anche esponenti del Governo hanno fatto tappa a Crevacuore per rendersi conto di persona della situazione. Il sindaco Raffo nell’occasione con l’ingegner Egidio Fauda Pichet aveva presentato le carte per un possibile ripristino in tempi brevi.
In questi due mesi oltre a lavorare sul piano burocratico e progettuale per sbloccare la situazione, sono stati avviati dei lavori per ripristinare il normale corso del torrente. Sono stati eseguiti interventi con escavatori che hanno allontanato l’acqua dalla parte distrutta del ponte.
Intanto si sono messe le basi per il futuro intervento di ripristino totale. «La Provincia di Biella si è dimostrata da subito attenta e andrà a coprire le spese dell’intervento – anticipa Raffo – che dovrebbe aggirarsi attorno ai 300mila euro».

Il collegamento

Con il prossimo bilancio che sarà approvato arriverà il via libera e l’opera verrà inserita nella programmazione per il 2021. Inoltre durante l’incontro avvenuto tra Comune, Provincia e Regione si è già parlato di tempi di realizzazione e ritorno alla normalità. «Il cantiere dovrebbe partire nella primavera 2021 – sottolinea Raffo -, in teoria per la prossima estate l’opera dovrebbe essere conclusa e la viabilità dovrebbe tornare alla normalità». Il collegamento tra Valsessera e Borgosesia al momento rimane legato alla strada provinciale che passa da Azoglio dove comunque è previsto un intervento di messa in sicurezza da parte del Comune di Crevacuore.. «Abbiamo sempre fatto presente come sia importante anche il tratto di strada che passa dalla Guardella – riprende il primo cittadino – per collegare la Valsessera al centro di Borgosesia. Per questo va ripristinato, è un servizio che riguarda non solo gli abitanti di Crevacuore, ma di tutta la vallata».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *