Seguici su

Attualità

Dalla Regione 315mila euro per le Pro Loco

Pubblicato

il

Borgosesia centro vaccinale aperto senza prenotazione al mattino

Turismo e valorizzazione del territorio, la Regione Piemonte eroga 315mila euro per le Pro Loco. In sede di assestamento di bilancio altri 600 mila euro.

Dalla Regione 315mila euro per le Pro Loco

Dall’1 al 15 dicembre la Regione Piemonte apre un bando a sportello dedicato al finanziamento delle Pro Loco.

L’ente regionale assegnerà un contributo di 1.000 euro una tantum per proseguire le attività e consolidare i flussi turistici di prossimità nelle fasi post-emergenza.

Un totale di 915mila euro di finanziamenti

La dotazione finanziaria è di 315mila euro, che saranno subito disponibili. Inoltre verranno aggiunti 600mila euro in sede di assestamento di bilancio e assegnati con lo scorrimento della graduatoria (per un totale di 915mila euro).

«In pratica finanzieremo tutte le Pro Loco piemontesi – hanno sottolineato il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessora alla Cultura Turismo e Commercio, Vittoria Poggio – per consentire il proseguimento delle attività. Le associazioni locali sono il primo punto di contatto con i turisti; e in questo momento serve potenziare tutta la filiera del sistema ricettivo».

Quali sono le finalità

Gli importi sono destinati alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale, folkloristico, sociale, ma anche alla conoscenza del territorio e delle sue tipicità, per creare senso di appartenenza e futuri «ambasciatori territoriali».

LEGGI ANCHE: Dalla Regione contributi per chi sceglie di trasferirsi in montagna: aperto il bando

Come presentare la domanda

Gli importi per ciascun soggetto possono essere richiesti presentando domanda sulla piattaforma Sistema Piemonte, alla quale si accede tramite identità digitale (SPID, Carta di Identità Elettronica CIE, Certificato Carta Nazionale Servizi).

Il nuovo bando resterà aperto fino alle ore 12 di mercoledì 15 dicembre.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *