Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Diga Sessera: il cantiere sarà devastante
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Diga Sessera: il cantiere sarà devastante

I comuni di Trivero, Mosso, Coggiola e Pray respingono al mittente ogni ipotesi di aprire trattative con il Consorzio Baraggia.

Diga Sessera: i quattro Comuni “disidenti” ribadiscono la loro contrarietà all’opera, e avvertono: il cantiere sarà lungo e devastante.

Diga Sessera: da Mosso a Pray i sindaci fermi sul “no”

Macché trattative con il Baraggia. I Comuni di Trivero, Mosso, Coggiola e Pray restano fermi sulle loro posizioni: la nuova diga in Valsessera non serve a nulla e comprometterà un ambiente di valore ambientalistico europeo. «E’ nostra precisa responsabilità – dicono i quattro sindaci – tutelare gli interessi del territorio a noi affidato dai cittadini. Pertanto restiamo fermi nella nostra convinzione di dire “no” alla realizzazione di una nuova diga in altra Valsessera in sostituzione a quella esistente». Bocciata quindi la proposta della Lega di Trivero di aprire un dialogo per evitare di trovarsi tagliati fuori dai fondi di compensazione.

Il cantiere sarà un inferno per la valle

Al di là dell’opera in sé, gli amministratori puntano il dito anche contro il cantiere che sarà necessario mobilitare per costruirla. «I tempi di realizzazione ampiamente sottostimati. L’invasività delle opere di cantiere necessarie alla realizzazione di un nuovo sbarramento sarà pesante. Si parla di un luogo non raggiungibile da mezzi stradali pesanti, per cui risulta necessario installare teleferiche e effettuare delle lunghe gallerie di servizio potrebbero condizionare in negativo la vita delle nostre comunità per tantissimi anni… Il Consorzio pensi invece a ripulire dai detriti e dagli interramenti gli sbarramenti esistenti, fare una corretta e costante manutenzione ai canali di distribuzione. I quali, come dei colabrodo, oggi disperdono ingenti quantitativi d’acqua ad uso irriguo».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *