Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Diplomato in aeronautica, ha deciso di fare il pastore in alta Valsesia
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Diplomato in aeronautica, ha deciso di fare il pastore in alta Valsesia

In un video la storia di Alarico Antonietti.

Diplomato in aeronautica, ha deciso di fare il pastore in alta Valsesia. Il giorno dopo il compleanno dei suoi 18 anni salì all’alpe sopra casa chiedendo al pastore di potersi fermare tutta l’estate per iniziare a capire come funzionava il lavoro in alpeggio.

Diplomato in aeronautica, ha deciso di fare il pastore in alta Valsesia

Oggi Alan dell’azienda agricola Alarico Antoninetti ha la propria attività in località Cascinacce di Campertogno dove alleva capre di montagna secondo l’antica tradizione.
Ha voluto raccontare la sua storia in un video nato come collaborazione tra l’azienda ed un’aspirante studente di produzione audio-video. Le riprese sono state effettuate nell’arco di quattro mesi e cercano di dare un contesto all’azienda, ma in particolare, di dare voce anche alla storia di chi sta dietro ai prodotti che consumate. Il progetto è stato interamente curato e realizzato da Charlotte Savio e pubblicato sui social.

LEGGI ANCHE Settanta arnie distrutte: incredibile atto di vandalismo colpisce un giovane apicoltore

Innamorato

Alan si è innamorato di questo lavoro un poco alla volta: «Avevo alcune amiche delle scuole medie che poi hanno iniziato a fare questo mestiere, andandole a trovare ho iniziato a capire come funzionava. Terminate le medie sono andato a studiare a Novara, ho fatto studi aeronautici al “Fauser”, ma iniziavo ad avere dubbi sul mio futuro – riprende il racconto -. Era abbastanza chiaro che quella non era la mia strada. Avrei preferito nel settore dell’allevamento, anche se non sapevo ancora bene come».

La svolta a 18 anni

La svolta è arrivata a 18 anni. Il giorno dopo il compleanno sono andato all’alpe sopra casa – riprende Alan -, mi sono messo d’accordo con il pastore e ho fatto la mia prima stagione in alpeggio». Da lì è iniziata la sua avventura che in pochi anni lo ha portato ad avere la sua azienda e prendersi cura degli animali. «Il mio lavoro richiede di saper fare un po’ tutto: più cose uno sa fare meglio è. Se si hanno nozioni di muratura un giorno che bisogna aggiustare una baita o un muretto non si è in difficoltà, non bisogna per forza chiamare il muratore o altre aziende: sono soldi risparmiati e soddisfazioni personali».

Passato

Alan non rinnega il suo percorso di studi anche se era completamente diverso dalla sua attuale occupazione: «Nella vita tutto ha un senso. Il mio percorso di studi è stato sicuramente utile per tanti aspetti soprattutto per la progettazione della stalla, l’ho progettata io con il mio programma». E poi non mancano i consigli: «Prima di fare questo mestiere consiglio di farsi una idea di com’è e soprattutto ascoltare sempre i consigli dei vecchi. Non ho mai avuto un momento in cui volevo fermarmi. Volevo fare questo lavoro quindi in un modo o nell’altro sono riuscito a raggiungere il mio obiettivo. In estate il gregge si trasferisce ai pascoli dell’Alpe Vallone a 1700 metri, nutrendosi esclusivamente di foraggi alpini. Ed è qui che sarà girata la seconda puntata del video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *