Seguici su

Attualità

Don Carlo Elgo va in pensione. Sulla Margherita quasi trecento volte

Pubblicato

il

Don Carlo Elgo va in pensione dopo più di 60 anni di sacerdozio, di cui 40 in alta valle. Non sarà più parroco, ma resterà ad Alagna.

Don Carlo Elgo va in pensione

«Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la corsa, ho conservato la fede». Con queste parole don Carlo Elgo rivolgendosi al vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla ha annunciato la volontà di lasciare l’incarico di parroco di Alagna e Riva Valdobbia.

Don Carlo, che attualmente deve muoversi in carrozzina per un’operazione alla gamba, ha scelto le parole di San Paolo a Timoteo per comunicare la sua decisione al vescovo. Una scelta dettata soprattutto da ragioni di salute e soprattutto di età, visto che il 5 settembre compirà 89 anni.

Rimarrà comunque a vivere nella chiesa parrocchiale, dove risiede da 41 anni. Presto verrà nominato il sostituto, nel frattempo sarà don Marco Barontini, , parroco di Scopello, Mollia e Campertogno, a occuparsi delle parrocchie.

L’annuncio del vescovo

Con una lettera alle comunità di Alagna e Riva Valdobbia, cui è stata data lettura nelle messe di questo fine settimana, il vescovo Franco Giulio Brambilla ha comunicato che il parroco don Carlo Elgo ha chiesto di lasciare la guida delle due parrocchie dell’Alta Valsesia.

«Vi chiedo di stargli vicino con l’affetto, l’aiuto e la visita – ha scritto il vescovo ai fedeli – . Io stesso, che ho conosciuto don Carlo ben cinquant’anni fa, sento il bisogno interiore, prima come amico che come vescovo, di ringraziarlo per la lunga conoscenza che si è sviluppata lungo mezzo secolo. Non ero ancora prete quando egli ci accolse a Rima e ne nacque subito collaborazione, stima e amicizia. Grazie di cuore don Carlo».

Un prete di montagna

Don Carlo Elgo è sempre stato considerato un sacerdote alpinista. Nella sua vita è salito 297 volte sulla Capanna Margherita, di cui 55 completamente a piedi, senza impianti di risalita.

LEGGI ANCHE: Compleanno della Margherita: don Carlo celebra messa come 40 anni fa | VIDEO

Originario di Borgosesia, era entrato in seminario nel 1961 dopo aver fatto l’operaio alla Samit. È parroco di Alagna e Riva Valdobbia dal 1980.

«Da Borgosesia, dove sono originario, salivo almeno sette volte l’anno in bicicletta fino ad Alagna quando ero ragazzo – aveva raccontato in una intervista a Notizia Oggi qualche anno fa –. Quando sono diventato parroco ho avuto una bellissima accoglienza, mi sono subito sentito compreso. Ma per fare il sacerdote l’amore per la montagna, che avevo fin da bambino, non bastava. Serviva il rapporto con le persone. Per questo motivo, quando andavo a fare una passeggiata sugli alpeggi o sul Rosa portavo sempre con me un cesto di pane. Appena arrivavo a una baita, lasciavo una pagnotta. Anche chi viveva in solitudine era colpito da quel dono inaspettato».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *