Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Dopo il boom dello scorso anno, Romagnano lavora per il nuovo centro estivo
Attualità Novarese -

Dopo il boom dello scorso anno, Romagnano lavora per il nuovo centro estivo

L’amministrazione sta preparando le attività che si svolgeranno tra giugno e agosto. «Se ci sarà richiesta, anche a settembre».

Romagnano torna al lavoro per il centro estivo. Lo scorso anno boom di iscritti: giovani anche dai Comuni vicini.

Romagnano lavora per il nuovo centro estivo

A Romagnano i bambini non resteranno senza attività estive. Anche quest’anno, il Comune sta organizzando un’offerta educativa per bambini e ragazzi. «Il servizio sarà garantito – afferma il sindaco Alessandro Carini -, anche se al momento aspettiamo le indicazioni governative per quanto riguarda alcuni aspetti, come il numero di bambini che possono far parte dei diversi gruppi in cui verranno suddivisi».

Il modello dello scorso anno

La struttura organizzativa ricalcherà quella dello scorso anno, quando, per venire incontro alle famiglie, le attività del centro estivo erano state prolungate fino alla prima metà di agosto. I bambini divisi in gruppetti e tutte le attività svolte nella scuola primaria per i ragazzini delle elementari e alla scuola dell’infanzia per i piccoli della materna. In tutto l’amministrazione aveva ricevuto un’ottantina di iscrizioni, molte delle quali provenienti dai centri limitrofi.

«Anche quest’anno stiamo partendo in anticipo per organizzare il centro estivo – spiega il sindaco-, un servizio che ha funzionato bene. L’idea è di dare un servizio il più ampio possibile tra giugno, luglio e agosto. In base alle domande e alle disponibilità delle strutture, valuteremo se prolungarlo a settembre, prima dell’inizio della scuola. Come l’anno scorso ci sarà, per chi lo desidera, la mensa».

In attesa delle disposizioni governative

Sarà ancora l’associazione “Vera Danza” con il suo personale a gestire le attività, che si svolgeranno dalla mattina al tardo pomeriggio. «Stiamo aspettando le indicazioni governative. Dobbiamo mettere a punto i dettagli alla luce di quanto verrà deciso. Il costo dipenderà dal numero di bambini che si potranno tenere. Come sempre, come Comune, cercheremo di calmierare il più possibile i costi per le famiglie».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *