Attualità Novarese -

Ghemme fa il botto con la paella: adesso “Calici di stelle” | LE FOTO

La serata di venerdì 5 sarà invece dedicata alla poesia dialettale.

Ghemme fa il botto con 280 porzioni di paella alla serata dedicata. Già venerdì 5 si torna in piazza con la Pro loco.

Ghemme fa il botto

Una serata estiva all’aperto con un piatto speciale: i ghemmesi hanno partecipato numerosi alla cena della paella. Sabato, durante la serata organizzata dalla Pro loco nel cortile della Barciocca, sono state distribuite ben 280 porzioni del tipico piatto spagnolo. «L’iniziativa ha avuto un ottimo esito – afferma Filippo Boietti, presidente della Pro loco – all’insegna dei divertimento sia dei grandi che dei piccini, che hanno permesso ai propri genitori di trascorrere un po’ di tempo in libertà, approfittando della presenza dei gonfiabili. Tutto esaurito anche nello stand di pasticceria di “Dolci modi”, che ha arricchito la proposta della serata».

Fai scorrere le immagini per vedere tutte le fotografie

Serata in rima

Per la Pro loco ghemmese questo è un periodo di grande impegno: anche il fine settimana sarà dedicato agli appuntamenti all’aperto. «Venerdì dalle 21, nel cortiletto della Barciocca, si potranno ascoltare le poesie dialettali composte da poeti ghemmesi e non, che hanno accettato il nostro invito a tener viva la lingua delle nostre origini – aggiunge Boietti – È sempre più difficile trovare scrittori vernacolari, ma siamo felici di essere riusciti ad avere oltre 20 presenze». La 23esima edizione sarà dedicata a tre poetesse che non ci sono più, Piera Maria Arienta, Renza Rivolta e Gianfranca Zerboni. È stato edito anche il libretto contenente tutte le poesie raccolte, che sarà disponibile nel corso della serata e, successivamente, all’edicola ghemmese.

LEGGI ANCHE: Volontario della Pro loco di Ghemme vince il premio Loco-motiva

“Calici di stelle”

Sabato, dalle 18,30 alle 24, a Gemme si terrà “Calici di stelle”, organizzato dalle Città del vino e Movimento turismo del vino, con la collaborazione dei Comuni di Ghemme, Sizzano e Maggiora e le relative Pro loco. Sempre nel cortiletto della Barciocca, si potranno trovare gli stand con i Doc e i Docg da degustare e, ai tavoli allestiti in via Interno Castello, si potrà poi apprezzare anche un piatto composto da ravioli al burro e salvia e altri stuzzichini freddi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.