Seguici su

Attualità

Ghiacciaio di Bors arretrato di 18 metri dal 2020: allarme continuo sul Monte Rosa

Pubblicato

il

Allarme ghiacciaio dell’Indren: è arretrato di 64 metri in 2 anni. «In queste zone fino a venticinque anni fa si sciava anche d’estate, adesso c’è solo un deserto di roccia».

Il ghiacciaio del Monte Rosa continua ad arretrare

In due anni il ghiacciaio di Indren è arretrato di 64 metri, di cui 40 solo nell’ultimo anno. Una cosa mai vista. Basterebbe solo questo dato a offrire un quadro della situazione in cui versano gli accumuli di ghiaccio sul Monte Rosa.

LEGGI ANCHE: Si scioglie il ghiacciaio a punta Indren: video impressionante

L’allarme esce dalla seconda tappa della “Carovana dei ghiacciai” in Piemonte, un progetto di Legambiente che si propone di monitorare zona per zona lo stato di salute dei ghiacciai delle Alpi occidentali. Il progetto ha la partnership scientifica del Comitato glaciologico italiano, con sostenitori Sammontana e Frosta e partner tecnico Ephoto.

I dati del monitoraggio

Dopo la prima tappa in Valle d’Aosta, nel secondo viaggio in quota gli esperti sono saliti sul Monte Rosa. Un massiccio oggi caratterizzato da «forti regressioni della fronte glaciale con un consistente aumento degli affioramenti del substrato roccioso».

Questa l’estrema sintesi dei dati del monitoraggio. «Parliamo di effetti sempre più visibili e repentini del riscaldamento climatico, che hanno motivato il ritorno, dopo due anni, della campagna sul ghiacciaio di Indren – spiegano da Legambiente –, posto nel massiccio del Monte Rosa con una superficie di un chilometro quadrato, la cui alimentazione sul pendio si realizza attraverso precipitazioni dirette o valanghe».

Sebbene posto al di sopra dei 3mila metri di quota, tra il 19 agosto 2020 e il 20 agosto 2022 il ghiacciamo ha mostrato, come accennato, un arretramento frontale di ben 64 metri, di cui 40 registrati nell’ultimo anno.

«È un dato mai registrato dagli operatori glaciologici negli ultimi cinquant’anni, perciò esemplificativo sulle prospettive di questo corpo glaciale».

Al Bors 18 metri in meno dal 2020

Tutt’altro che rassicuranti anche i rilevamenti frontali sul ghiacciaio di Bors che in due anni ha registrato un arretramento di 18 metri, di cui 7 tra il 2020 e il 2021 (e 11 tra il 2021 e 2022).

Nella giornata di monitoraggio scientifico si è osservato anche lo stato di sofferenza del ghiacciaio Sud delle Locce e la quasi totale sparizione dei Glacionevati di Flua. I risultati dei monitoraggi sono poi stati presentati a Torino in una conferenza stampa.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *