Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Giovane di Crevacuore sventa la truffa del pacco farlocco

Aveva ordinato online delle scarpe, ma al suo arrivo il pacco conteneva soltanto carta. La ventenne ha subito bloccato il pagamento e denunciato.

Giovane di Crevacuore sventa la truffa del pacco farlocco

Una giovane di Crevacuore riesce a bloccare in tempo un bonifico online

Sventa la truffa del pacco farlocco

Aveva ordinato online un paio di scarpe, solo che quando è arrivato il pacco all’interno c’era soltanto carta. Una brutta sorpresa per una ventenne residente in Valsessera, ma la giovane era riuscita subito a bloccare il pagamento procedendo alla denuncia del fatto. Per fortuna ha aperto subito il pacco arrivato tramite corriere, dal peso aveva già sospettato che qualcosa non andava. Era infatti troppo leggero per poter contenere il paio di scarpe che aveva ordinato, all’interno infatti c’era soltanto carta di giornali vecchi.

Sono stati i carabinieri della stazione di Crevacuore ad attivarsi per le indagini del caso riuscendo a individuare il truffatore, si tratta di un 51enne campano che aveva già messo in piedi una serie di truffe sempre online. È stato denunciato alla procura della Repubblica.

I militari si erano messi sulle tracce del malvivente dopo la segnalazione ricevuta dalla vittima, una ventenne residente nella Valsessera, che aveva raccontato di aver acquistato online un paio di scarpe da pagare al momento della consegna da parte del corriere incaricato. Solo dopo l’apertura del plico e dell’inconsistenza del contenuto, la giovane si era resa conto di essere stata truffata, attivandosi per bloccare il già avvenuto pagamento. La giovane è riuscita quindi a rientrare subito in possesso dei suoi soldi. Ma ha proceduto anche alla denuncia per evitare che altre persone potessero finire nella rete del truffatore seriale. L’uomo infatti metteva in vendita in diversi siti online scarpe e oggetti all’ultima moda a prezzi anche convenienti. In realtà la merce in casa non ce l’aveva.

Una volta raccolti i primi elementi, i militari sono riusciti a bloccare il trasferimento del denaro, grazie anche alla collaborazione dell’agenzia di spedizioni ignara di aver veicolato la truffa. E’ stato possibile anche andare a individuare il mittente, un soggetto già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

La ragazza è riuscita a rientrare in possesso della somma versata ed il malfattore, un cinquantenne residente in provincia di Napoli, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per la truffa commessa.

La prontezza della giovane e gli elementi forniti ai carabinieri hanno permesso a individuare in poco tempo e con certezza l’uomo evitando così che altre persone potessero finire nella sua rete di raggiri.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

2 Commenti

  • Gabriella Trasatti ha detto:

    Mai lasciarsi tentare da offerte “stracciate” né on line né nel commercio al minuto.
    Dietro c’è sempre qualcosa di poco chiaro, la truffa, lo sfruttamento del lavoro dei minori, contratti capestro anche a marchi conosciuti, materiali scadenti se non pericolosi.
    Facciamo acquisti necessari e consapevoli non lasciamoci inghiottire dal consumismo che non è mai etico.

    • Conte Alessandro ha detto:

      Ecco ci mancava la cigliegina sula torta del “consumismo non è etico”. Ci spieghi cosa c’entra il consumismo (che è alla base del commercio al giorno d’oggi), il lavoro minorile (utilizzato in modo regolare dai brand più famosi) i contrati capestro (usati in modo regolare dai brand più famosi) con una tentata truffa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.