Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Il treno storico torna a Varallo: «Così teniamo viva la ferrovia»

Appuntamento domenica 12 dicembre, in concomitanza con i mercatini di Natale.

Varallo treno storico

Il treno storico torna a Varallo domenica 12 dicembre. «Questa iniziativa tiene viva l’antica ferrovia della Valsesia».

Il treno storico torna a Varallo

Il prossimo appuntamento con il treno storico sarà domenica 12 dicembre, in concomitanza con i mercatini di Natale. È già possibile prenotare sul sito del Museo Ferroviario valsesiano, a questo link.

«Portare i treni storici a Varallo significa far rivivere questa linea, ormai in disuso». A parlare è Enzo Di Benedetto, presidente del Museo ferroviario valsesiano.

Di Benedetto venne assunto per lavorare sulla linea Varallo-Novara nel 1977 e ci rimase per tutta la sua carriera, prima di spostarsi in un cantiere meccanizzato. La passione per il treno parrebbe, in effetti, quella di tutta una vita. E ancora oggi abita in un casello ferroviario.

Il sodalizio, nato a Varallo nell’aprile 2011, collabora con il Comune di Varallo, la Regione Piemonte e la Fondazione FS Italiane nell’ambito del progetto “Binari senza tempo”. Ma si impegna anche per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, storico e tecnico della linea Novara-Varallo.

«Così teniamo viva la ferrovia»

«L’obiettivo è quello di mantenere sempre viva l’attenzione sull’importanza della realtà ferroviaria locale», si legge sul sito dell’associazione. E per raggiungere tale obiettivo sono diversi i progetti in cantiere.

Spiega infatti Di Benedetto: «Abbiamo alcuni restauri da portare a termine nella rimessa locomotive e un piano per trasformare il magazzino merci in un museo con cimeli storici, un banco della locomotrice e tanti altri reperti da esporre e mostrare alle persone».

«Le nostre attività riguardano anche il modellismo e il nostro è un lavoro complesso. Abbiamo tante idee, ma ci serve nuova linfa. Abbiamo bisogno di gente che ci dia una mano».

Visitare il Museo ferroviario

Al momento, la sede del Museo ferroviario valsesiano trova spazio nei locali della stazione di Varallo, dove sono conservati cimeli e filmati, proiettati su uno schermo. C’è anche un piccolo punto vendita di gadget, libri e cartoline e l’interesse del pubblico non manca.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *