Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Insegnanti diplomati: dalla Valsesia protesta a Roma
Attualità Borgosesia e dintorni -

Insegnanti diplomati: dalla Valsesia protesta a Roma

Molte maestre rischiano di rimanere precarie a vita per l'esclusione dalle graduatorie

Insegnanti diplomati: anche dalla Valsesia a protestare per vedersi riconosciuti i diritti dei laureati per quanto riguarda le graduatorie.

Insegnanti diplomati: caso graduatorie anche in Valsesia

Continua la mobilitazione dei maestri abilitati con diploma magistrale conseguito entro il 2002, che il Consiglio di Stato vorrebbe fuori dalle graduatorie per il ruolo. Un problema che tocca da vicino anche la Valsesia, dove lavorano alcuni insegnanti che con questa sentenza rischiano di restare precari a vita. Nei giorni scorsi però si è aperto un confronto tra il Coordinamento Diplomati magistrali abilitati, il Senato e il Miur. Venerdì si era anche svolto lo sciopero in seguito all’esito negativo della sentenza del Consiglio di Stato.

Le ragioni spiegate ai parlamentari

Gli insegnanti hanno potuto esporre la situazione a vari senatori, «che si sono dimostrati sensibili e pronti ad agire – si legge sul comunicato -. Altro importante incontro si è svolto al Miur, dove il Coordinamento e il sindacato Anief hanno richiesto la salvaguardia di tutte le posizioni lavorative, “congelando” la situazione in essere fino al quando non si arriverà ad una soluzione. Abbiamo inoltre concordato sul documento depositato dall’ Anief a firma del presidente Emerito De Luca, per la salvaguardia dei ruoli. L’ incontro è terminato con richiesta di un altro incontro. Sia i tecnici che i politici sono consapevoli della delicata questione, e tutti concordano che la nostra situazione sia una priorità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente