Attualità Novarese -

Ispettori Unesco visitano il Geoparco della Valsesia

Provengono dal geoparco spagnolo di Villuercas in Estremadura e dal Papuk Geopark in Croazia.

Ispettori Unesco visitano il Geoparco della Valsesia

Ispettori Unesco al geoparco valsesiano: in visita a Boca dalla Spagna e dalla Croazia.

Ispettori Unesco in Valsesia

Dalla Croazia e dalla Spagna alla Valsesia: si è conclusa da parte dell’Unesco la rivalidazione del “Sesia Val Grande Global Geopark” che fa parte dei quasi 200 geoparchi riconosciuti a livello mondiale. Ogni quattro anni due ispettori provenienti da geoparchi europei o extraeuropei vengono incaricati di controllare quanto in ogni geoparco è stato realizzato per rispondere ai requisiti voluti da Unesco per la salvaguardia, conoscenza, sviluppo del territorio riconosciuto per la sua unicità e interesse mondiale.

LEGGI ANCHE: Fobello torna sui sentieri la segnaletica distrutta da vandali e maltempo

L’incontro

Gli ispettori, provenienti dal geoparco spagnolo di Villuercas in Estremadura e dal Papuk Geopark in Croazia, hanno percorso il territorio sia sul versante della Val Grande che sul versante valsesiano, esaminando nuovi percorsi, situazioni geologiche, progetti di ricerca ed esplorazione profonda, musei ed incontrando amministratori provinciali, presidenti e sindaci, rappresentanti delle Unioni montane di Valsesia e delle Prealpi Biellesi orientali, oltre ai rappresentanti del board del Geoparco costituito dal Parco Nazionale della Val Grande, dall’Ente di gestione delle Aree protette e dall’associazione Sesia Val Grande Geopark. Una coincidenza di tempi ha permesso ai due ispettori di presenziare, nella zona del Boca, a una giornata con una quarantina di ragazzi del Progetto Erasmus+ “GeoCLIMhome” che da otto anni si alternano tra Finlandia e lago Maggiore per sviluppare progetti di studio comuni.

I ringraziamenti

Un grazie da parte dei rappresentanti del Geoparco va «a quanti con la loro presenza, con il lavoro di organizzazione e presentazione di quanto viene fatto ogni giorno sul territorio hanno sicuramente permesso ai rivalidatori di rendersi conto della ricca realtà delle nostre terre, non solo dal punto di vista geologico. Un grazie a tutti gli amministratori che hanno presenziato e presentato la sostenibilità del loro territorio con l’augurio di ottenere per altri quattro anni la conferma del Geoparco nella rete Unesco “Global Geopark Network”» .

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.