Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > L’Asl: code nella norma allo sportello di Ponzone
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

L’Asl: code nella norma allo sportello di Ponzone

L'Azienda si appresta a lanciare una campagna informativa per promuovere tutti i servizi.

code all'asl

L’Asl lancia una campagna informativa per evitare code a Ponzone e Valle Mosso.

L’Asl e i servizi

Si discute ancora sulle attese agli sportelli di Ponzone e Valle Mosso. Per evitare disagi e code l’Asl Biella è pronta a lanciare una campagna informativa per far conoscere all’utente tutte le possibilità per prenotare esami o ritirare referti. In questo modo si spera di poter andare incontro agli utenti che si rivolgono allo sportello. I disagi sono iniziati da quando l’orario di apertura a Ponzone e Valle Mosso sono stati ridotti. A fare il punto è Barbara Bragante, responsabile del distretto Asl di Cossato di cui fa parte anche la valle di Mosso. «Nel comune di Valdilana abbiamo un’area self a Trivero alla Casa della salute, uno sportello a Ponzone aperto tre mattine e due pomeriggi, uno sportello a Valle Mosso aperto due mattine e due pomeriggi – spiega -. I dati rilevati ci confermano che il numero di cittadini che si rivolgono agli sportelli è appropriato al numero di ore di apertura, vale a dire meno di 10 utenti all’ora».

Le code

Eppure le code non mancano. Probabilmente gli utenti dell’area Triverese che gravitavano su Ponzone non si sono spostati verso Valle Mosso e viceversa andando ad affollare gli orari di apertura. Ma proprio per capire meglio la problematica l’azienda sanitaria ha deciso di monitorare meglio la situazione.
«Al fine di verificare quali siano i motivi per i quali si formino code – riprende Bragante -, già martedì abbiamo previsto di fare verifiche puntuali della situazione tramite nostri operatori per intervenire immediatamente in caso di rilevazione di rallentamenti delle linee o problemi tecnici ed organizzativi».

Gli sportelli

Per cercare di evitare disagi l’Asl Biella vuole cercare di far conoscere meglio i servizi a disposizione degli utenti. Non esiste infatti soltanto lo sportello, ma sono disponibili anche i servizi online.  «I dati rilevati ci evidenziano che oltre il 30 per cento degli utenti si rivolgono agli sportelli per ritirare referti di esami di laboratorio – sottolinea Bragante -. Poiché è possibile tale ritiro direttamente da casa tramite internet, o nell’area self o in farmacia intendiamo fare una nuova campagna informativa per i cittadini al fine di diffondere tali possibilità migliorando la situazione di tutti».
In programma anche un confronto con l’amministrazione: «Prossimamente ci troveremo con il sindaco di Valdilana con il quale vorremmo lavorare in sinergia per dare un buon servizio ai cittadini».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *