Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Masserano, festa celtica a rischio: servono fondi
Attualità Fuori zona -

Masserano, festa celtica a rischio: servono fondi

Necessaria la manutenzione degli spazi in cui si svolge la festa, nel parco Arcobaleno. Avviata una raccolta fondi.

Servono fondi per far ripartire la festa celtica di Beltane al parco Arcobaleno di Masserano.

Masserano, festa celtica a rischio

In una lettera, la direzione artistica della Festa celtica di Beltane informa di avere pronto un progetto nato dopo due anni di stop forzato. Ma per riprendere a celebrare la festa celtica, occorre prima eseguire manutenzione al Nemeton. (La parola gallica “Nemeton” designa il santuario, il luogo specifico in cui i Celti praticano i loro culti, ndr).

Necessaria manutenzione

Due anni di pandemia non solo hanno bloccato lo svolgersi dell’attività principale della nostra associazione, ma hanno precluso ogni tipo di opera, “manuale”, diretta e pratica al fine del mantenimento del Nemeton del parco Arcobaleno, sede storica della Festa di Beltane.

Gli agenti atmosferici, qualche atto di vandalismo e soprattutto la mancata manutenzione per via delle restrizioni pandemiche hanno portato dal 2019 al 2021 uno stato di degrado delle strutture lignee che precluderebbe lo svolgersi di future manifestazioni pubbliche, soprattutto con il grande afflusso che porta la nostra festa.

Lavori sempre eseguiti con i proventi della festa

Normalmente la nostra associazione utilizzava ogni anno i proventi utili della manifestazione per la manutenzione ordinaria e la costruzione di eventuali nuove strutture. Ne sono un esempio la costruzione della capanna gallica e successivamente la sede del Cerchio druidico, il capanno conferenze.

La pandemia ha fermato tutto

Erano in progetto anche la ricollocazione di una delle piramidi preesistenti in centro info point e il montaggio di una casetta in legno come ufficio e biglietteria… poi è arrivata la pandemia. Si è aggravata anche la situazione statica della passarella che unisce il Nemeton dall’area picnic e spettacoli, in quanto le assi sono ormai deteriorate.

Per ovvie ragioni, non avendo raccolti per questi due anni nessun tipo di utili, dal 1 giugno è iniziata una raccolta fondi per realizzare gli ingenti lavori di manutenzione, tra cui la passerella ormai inagibile.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *