Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Obbligo green pass e caos trasporti. Quali treni e quali corse dei bus sono a rischio

Trenitalia ha deciso di sospendere 27 corse, mentre Atap 35.

Obbligo green pass e caos trasporti. Le previsioni della Regione riguardo a treni e bus che potrebbero essere a rischio.

Obbligo green pass e caos trasporti

È confermata la possibilità di disagi sui mezzi pubblici legati all’obbligo di green pass in vigore da domani, venerdì 15 ottobre, e che interesserà anche gli autisti. Lo rileva la ricognizione condotta dall’Assessorato ai Trasporti della Regione Piemonte sulle aziende che prestano servizio di trasporto pubblico locale nella regione.

Ne emerge un quadro a macchia di leopardo, con criticità certamente presenti, ma non diffuse in maniera omogenea sul territorio regionale. Si invitano perciò gli utenti a verificare orari e linee con il proprio operatore di servizio di trasporto pubblico locale prima di raggiungere fermate e stazioni.

Trenitalia sospende 27 corse

Le difficoltà maggiori si riscontrano soprattutto nei grandi operatori, GTT (che opera a Torino) e Trenitalia. Trenitalia conferma che è stato predisposto un piano di intervento da attivare in caso di necessità, ricorrendo, ad esempio, a servizi sostitutivi pronti ad intervenire a supporto del servizio ferroviario. In tutto sono 27 i treni che subiranno una sospensione (vedi allegato).

Atap annulla 35 corse

Nel Biellese l’azienda di trasporto Atap evidenzia la conoscenza di 25 dichiarazioni di indisponibilità, corrispondenti al 13% del personale idoneo alla guida e al 15% del personale impiegato sui turni TPL.

A seguito delle assenze di personale viaggiante riferite alla giornata di domani, Atap comunica che nella giornata di venerdì 15 ottobre non verranno erogate 35 corse. Nel dettaglio si tratta di 14 corse in provincia di Biella, 9 in provincia di Vercelli e 12 corse urbane nel Comune di Vercelli.

Ottimista la situazione di SAF e Comazzi

Nel Novarese e VCO l’azienda SAF è ottimista rispetto alla copertura completa del servizio in considerazione di un tasso del 2,27% del personale non dotato di green pass. È invece garantito il servizio da parte dell’azienda Comazzi.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.