Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pabv Serravalle, il Covid preoccupa anche i volontari
Attualità Serravalle e Grignasco -

Pabv Serravalle, il Covid preoccupa anche i volontari

Il sodalizio continua comunque a garantire i suoi servizi alla cittadinanza.

Pabv Serravalle

Pabv Serravalle rimane al fianco dei cittadini, ma il Covid fa paura.

Pabv Serravalle in azione

La Pubblica assistenza Bassa Valsesia non si è mai fermata. In un periodo difficile come quello che si sta vivendo, il sodalizio guidato da Luca Milanini continua a garantire molteplici servizi alla cittadinanza ma non solo. «Cerchiamo per quanto possibile di garantire i viaggi in ambulanza – spiega Maria Rosa Magni della Pabv -. Dobbiamo però sottolineare un aspetto: rispetto il periodo antecedente il Covid, i volontari che accettano di far parte di un equipaggio sono pochi».

Il Coronavirus

Anche per i volontari di una associazione storica come la Pabv, il Coronavirus genera non poche paure. «Qualche servizio Covid riusciamo a farlo ma non sono tanti proprio perché i ragazzi dell’associazione di giorno lavorano e non possono prestare servizio, le persone un po’ più grandi a livello di età hanno espresso non una volta i timori nel vivere un trasferimento con pazienti contagiati o probabili positivi. Noi ovviamente non possiamo obbligare nessuno, facciamo quello che riusciamo».
Parecchi invece sono i trasferimenti con le auto. «Per le dialisi o richieste da parte del consorzio Casa e dell’Asl sono operative spesso le auto – sottolinea Magni -. Anche qui però essendo ridotti i volontari, la capacità di intervento da parte nostra è limitata».

I dpi

Mentre in una prima fase della seconda ondata di positività, i dispositivi di protezione scarseggiavano, ora la situazione sembra migliorata. «Siamo riusciti ad acquistarci le tute apposite e poi ringraziamo l’Anpas regionale che ci ha mandato materiale per i nostri servizi – prosegue Magni -. La quantità è proporzionale ai viaggi che eseguiamo e quindi per ora siamo tranquilli, speriamo in futuro di continuare ad avere le adeguate protezioni per il nostro personale».
E con le festività c’è qualche cambiamento per l’“Ambulatorio amico” che gestisce la Pabv in collaborazione con il Comune. «I prelievi saranno sospesi dal 23 dicembre al prossimo 10 gennaio per le festività – conclude Magni -. Sino a che riusciamo prenoteremo anche dopo il 10 gennaio».

Immagine di repertorio

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *