Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Parco alta Valsesia recupera i sentieri che portano ai rifugi
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Parco alta Valsesia recupera i sentieri che portano ai rifugi

Un masso bloccava l’accesso al Barba Ferrero.

Parco alta Valsesia recupera i sentieri che portano ai rifugi. Il presidente Paolo Ferrari: «Chiediamo anche la collaborazione degli escursionisti per eventuali segnalazioni di disagi».

Parco alta Valsesia recupera il sentiero che porta al Barba Ferrero

Proseguono gli interventi di manutenzione e sistemazione dei sentieri dell’alta Valsesia che sono stati danneggiati dall’alluvione dello scorso autunno. Si chiede però la collaborazione degli escursionisti per le segnalazioni. Nei giorni scorsi, intanto, il personale dell’Ente di gestione delle Aree protette della Valle Sesia ha eseguito alcuni interventi manutentivi lungo i sentieri Cai 207 Acqua Bianca – alpe Vigne e Cai 207d alpe Vigne – alpe Testanera.

La rimozione della roccia

A fare il punto della situazione è il presidente dell’Ente di gestione delle aree protette della Valle Sesia, Paolo Ferrari. «I tecnici sono interventi per la rimozione di un masso che si era incastrato tra altri due, ostruendo il passaggio degli escursionisti. I tecnici hanno dovuto frantumare il masso per rimuoverlo; rotolato lì nei giorni dell’alluvione di ottobre. Ora gli escursionisti diretti al rifugio Barba Ferrero all’alpe Vigne potranno tornare a godere della passeggiata senza più incontrare ostacoli».

Manutenzione ordinaria

Il personale dell’Ente ha eseguito anche lavori riguardanti la manutenzione ordinaria. In particolare hanno sostituito alcune parti in legno nei guadi sul torrente Flua Grobe e il Rio Vigne, nei cui pressi parte la tradizionale “Processione del Rosario Fiorito”. Nelle prossime settimane seguiranno altri interventi di manutenzione del sentiero Gta. Anche quest’ultimo ha subito smottamenti e l’abbattimento di alberi durante l’alluvione.

Un appello agli escursionisti

«Vogliamo ringraziare anticipatamente gli escursionisti che volessero cortesemente segnalare un eventuale ostacolo rilevato indicando la data, il numero del sentiero, il luogo e tipo di problema che ha fatto insorgere un’interruzione (frana, albero abbattuto o altro) al numero di telefono dell’Ente 0163 54680 – riprende il presidente -. L’Ente è sempre in prima fila per garantire all’utenza di poter usufruire e godere in tutta sicurezza delle bellezze della nostra valle dando tutta l’attenzione possibile al territorio offrendo alle comunità locali il dovuto supporto».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *