Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Partigiani a Villa Aprilia di Fobello, distrutta nella guerra di liberazione
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Partigiani a Villa Aprilia di Fobello, distrutta nella guerra di liberazione

Passeggiata con l'Anpi alla scoperta della storia locale

partigiani, villa aprilia

Partigiani a Villa Aprilia: ricordati con la “Camminata partigiana”.

Partigiani a Villa Aprilia

Una giornata per ricordare il bombardamento di Villa Aprilia. L’Anpi Varallo e alta Valsesia ringrazia tutte le realtà associative e i singoli partecipanti, che hanno contribuito a rendere unica la giornata di domenica 9 settembre in occasione della settima “Camminata partigiana”. La giornata è iniziata con la spiegazione e l’ambientazione storica da parte di Luca Perrone, professore e storico, collaboratore dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, che ha aiutato a ricostruire i fatti accaduti in quel lontano, ma non troppo, aprile del ‘44. In quel periodo in questa valle, iniziò il cruento rastrellamento da parte dell’esercito nazifascista che portò alla morte di alcuni valorosi partigiani e al bombardamento di Villa Aprilia, dopo 61 giorni di “Zona Libera”. A quel tempo, infatti, Villa Aprilia, proprietà della famiglia Lancia, era la base del comando partigiano che faceva riferimento a Cino Moscatelli.

La passeggiata

Da qui, risalendo la Val Mastallone, il folto gruppo (una cinquantina di persone) passando dalle Alpi Baranca e Selle ha raggiunto quel che rimane dei ruderi della Villa che domina il Lago di Baranca. Dopo aver consumato il pranzo è stato proposto un brindisi a quei ragazzi che ci hanno permesso di vivere in pace e libertà fino ai giorni nostri, intonando canzoni e ascoltando i racconti dello storico Luca e di Bruno Rastelli, presidente dell’Anpi provinciale Vercelli nonché figlio di “Pedar”, comandante partigiano e primo sindaco di Varallo dopo la Liberazione, che qui è stato protagonista insieme ai compagni partigiani.

Il prossimo evento

Il prossimo appuntamento è per sabato 13 ottobre, ritrovo a Casavei e salita alla Res di Varallo o Bec d’Ovaga. Gita consigliata a chi ha un po’ d’allenamento in montagna dato il dislivello di 800 metri. Si raccomanda abbigliamento e scarpe da trekking e, visto la data, qualcosa per coprirsi in caso di freddo e maltempo Per ulteriori informazioni Davide 339 4902694, Bruno 346 4092883, Luca 3383046817.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *