Attualità Serravalle e Grignasco -

Parto in casa in frazione Ara. Grignasco festeggia l’arrivo di Gabriele

Mamma Claudia Franzini, originaria di Boca, ha dato alla luce il piccolo con l’aiuto di due ostetriche e del consorte.

Ara ha dato il benvenuto a Gabriele. Il bimbo è nato tra le mura di casa Franzini–Cagnoli.

Parto in casa in frazione Ara. Grignasco festeggia l’arrivo di Gabriele

Ad Ara si festeggia l’arrivo di un fiocco azzurro in casa: pochi giorni fa una mamma ha dato alla luce il suo bimbo tra le mura domestiche. La nascita di una nuova vita è sempre qualcosa che porta gioia. Nella frazione grignaschese, Gabriele è venuto alla luce, come era consuetudine anni fa: tra le mura domestiche. Questa è la storia della famiglia Franzini–Cagnoli.

Mamma Claudia Franzini 30 anni, originaria di Boca, ha partorito in casa Gabriele, con l’aiuto del consorte Michele Cagnoli, 29 anni, originario di Varallo. E a dare il benvenuto al piccolo, è stato il fratellino Riccardo di 21 mesi.

In casa due ostetriche di fiducia

«Ovviamente siamo stati aiutati, non decidi dall’oggi al domani di partorire a casa e non lo si fa sicuramente da soli – spiega il neo papà –. Il parto in casa è un percorso che inizia mesi prima con professionisti. Noi abbiamo scelto le nostre ostetriche di fiducia che conosciamo da anni, Eleonora Picco di Gattinara e Laura Rosati di Biella. Il rapporto di fiducia è importante secondo noi, fa la differenza in questo genere di cose. Infatti il parto è andato molto bene, è stato intenso e travolgente per tutti noi».

Pochi giorni fa, una voce nuova si è sentita tra le vie di Ara. «Gabriele è nato e sta benissimo – conferma Cagnoli – si è attaccato subito al seno e dopo poche ore dalla nascita è stato visitato dalla pediatra che ha dato gentilmente la disponibilità alla visita a domicilio».

Un parto molto intimo

L’esperienza ha coinvolto i neo genitori in maniera totalizzante. «È una scelta molto personale. Noi l’abbiamo fatta in base alla visione della nascita che abbiamo e al senso di intimità che volevamo – prosegue il papà –. Ovviamente con tutte le precauzioni del caso e gli accorgimenti delle persone che ci hanno seguito fin dai primi momenti della gravidanza. Possiamo sicuramente consigliare ad altri futuri genitori di informarsi e poi prendere decisioni in base alle esigenze della coppia. Sapere di avere la possibilità di fare una scelta, questo è importante. Nel caso di parto a domicilio si parla di gravidanza fisiologica ed esistono dei parametri di inclusione, per cui non può essere un’opzione per tutti. La sicurezza è sempre la prima cosa da tenere in considerazione».

Le dimostrazioni d’affetto del paese alla famiglia è stata immensa. «Abbiamo ricevuto tantissimi messaggi di benvenuto e congratulazioni dai nostri concittadini – conclude il 29enne –. Sebbene facciamo parte di questa comunità da appena 3 anni, possiamo affermare che Ara è un posto bellissimo abitato da persone meravigliose, è una piccola comunità ma che abbiamo visto in questi anni crescere con nuove nascite. Abbiamo ricevuto gli auguri anche dalla sindaca e da altri concittadini di Grignasco. Non vediamo l’ora di presentare di persona Gabriele».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.