Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Piazzole elisoccorso, in Piemonte ce ne sono 97
Attualità Fuori zona -

Piazzole elisoccorso, in Piemonte ce ne sono 97

Sono 97 i siti attivati e si avvicina sempre di più l’obiettivo delle 100 aree sul territorio

Piazzole elisoccorso in Piemonte in continuo aumento.

Piazzole elisoccorso, altre inaugurazioni

Nelle ultime settimane sono state inaugurate 4 nuove aree attrezzate per il volo notturno del servizio di elisoccorso 118: Castelnuovo Scrivia il 14 marzo, Corio Canavese il 16 marzo, Galliate il 29 marzo e Quincinetto l’altra sera.  Ora nell’area della città metropolitana  di Torino sono 25 le aree abilitate per il volo: Bobbio Pellice, Cafasse, Carmagnola, Castellamonte, Ciriè, Cumiana, Cuorgnè, Ivrea, Perosa Argentina, ospedale di Pinerolo, Rivarolo, Roletto, Sestriere,  Susa, Torino Aeritalia, Torino Cto, Torrazza Piemonte, Torre Pellice, Usseglio, Volpiano, San Germano Chisone, Mazzè, Chivasso, Corio Canavese, Quincinetto.

I numeri del servizio

In Valsesia tra le ultime piazzole inaugurate anche quella di Riva Valdobbia. In provincia di Alessandria sono 8 (Alessandria base, Casale Monferrato, Novi Ligure, Tortona,  Quattordio, Spigno Monferrato, Rocchetta Ligure, Tortona e  Castelnuovo Scrivia) ed in quella di Novara  4 (Arona, Borgomanero, ospedale di Novara, Galliate).  In tutta la regione sono 97 i siti attivati e si avvicina sempre di più l’obiettivo delle 100 aree sul territorio. Nel solo 2017 sono state aree inaugurate 20 aree, per un servizio che in Piemonte è attivo dal novembre 2014. 105 i voli notturni effettuati nel 2015, 146 nel 2016 e 155 nel 2017. Il servizio è gestito dal 118 regionale (responsabile per il volo notturno dell’elisoccorso è il dottor Roberto Vacca della Città della Salute) e viene svolto dalla base operativa di Torino: è in estensione su tutto il territorio con particolare attenzione alle zone periferiche e montane del Piemonte, le più difficili da raggiungere.  Per il volo notturno i piloti sono due: l’equipe sanitaria è formata da un medico anestesista rianimatore ed un infermiere di area critica. I tempi di volo sono mediamente di 20 minuti: l’operatività e’ subordinata alle condizioni meteorologiche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente