Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pista ciclabile Quarona-Varallo: a settembre partono i lavori
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Pista ciclabile Quarona-Varallo: a settembre partono i lavori

Il progetto ha ottenuto anche un cofinanziamento da parte della Regione.

pista ciclabile varallo quarona

Pista ciclabile per le zone industriali di Varallo e Quarona si avvia a diventare realtà: al via a breve i lavori, grazie anche a un cofinanziamento regionale.

Pista ciclabile in partenza

La pista ciclabile che collegherà gli abitati di Varallo e Quarona ai rispettivi poli industriali sta per diventare realtà. La richiesta di contributo presentata dal Comune di Varallo, congiuntamente al Comune di Quarona, è infatti rientrata nella graduatoria approvata il 17 luglio degli interventi da ammettere a cofinanziamento regionale. La spesa complessiva per la “Realizzazione della pista ciclabile a servizio della pendolarità lavorativa a collegamento degli abitati con i poli industriali” (questo il nome tecnico dell’intervento) sarà di 914.663 euro, coperta da Regione Piemonte, Comune di Varallo e di Quarona e da Loro Piana Spa con Fondazione Valsesia. «Il ruolo di quest’ultima è stato determinante – sottolineano i sindaci di Varallo, Quarona e Borgosesia, rispettivamente Eraldo Botta, Francesco Pietrasanta e Paolo Tiramani – in quanto ha fatto da collante tra pubblico e privato, circostanza questa che ha permesso la realizzazione del progetto». E’ stata espletata la gara d’appalto e l’impresa provvisoriamente aggiudicataria è la ditta Defabiani Srl di Varallo.

Nove chilometri

Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo tracciato ciclabile di circa 9 chilometri, che interesserà una porzione di territorio valsesiano sui due comuni contigui, di Varallo e di Quarona, in parte con pista ciclabile in sede propria e in alcuni tratti ad uso promiscuo, in corrispondenza degli abitati dove per alcuni tratti già sussiste un limite di velocità per gli autoveicoli inferiore a 30 chilometri orari. «Il tracciato previsto risulta funzionale alla mobilità sistematica, al pendolarismo casa/studio-casa/lavoro e risulta a servizio di nodi di interesse collettivo – spiegano gli amministratori -. La finalità dell’intervento è quella di ottenere un percorso fruibile in completa sicurezza, al fine di agevolare e incentivare la mobilità ciclabile con conseguenti ricadute anche sulla sostenibilità ambientale. Per l’individuazione e la definizione del tracciato è stato preso in considerazione l’itinerario che si è ritenuto più funzionale per favorire e promuovere un elevato grado di mobilità ciclistica, alternativa all’uso dei veicoli a motore. Infatti il tracciato attraversa le aree urbane di Varallo e Quarona, mettendole in collegamento e connessione tra loro e con le aree industriali di Roccapietra e Quarona».

Lavoro e turismo

Un intervento dunque che potrà agevolare gli spostamenti casa-lavoro ma anche casa-scuola, per i residenti di questi territori: lavoratori, studenti, fruitori delle attività commerciali e servizi, turisti e e sportivi . «E’ infatti importante segnalare – proseguono Botta, Pietrasanta e Tiramani – che il territorio considerato risulta meta di numerosi flussi turistici. Pertanto questo nuovo tracciato potrà essere utilizzato anche dai turisti come rete di transito ciclo turistica, in continuità anche con il tracciato esistente che collega Quarona fino a Borgosesia e con tutta la bassa Valsesia». La nuova pista ciclabile si svilupperà per un tratto lungo la strada che collega gli abitati di Varallo e Quarona per poi seguire la viabilità minore, per una lunghezza complessiva pari a circa 9 chilometri per una larghezza pari a 2,50 metri.

Condivisione

Seppur la maggiore intensità di traffico veicolare interessi la strada provinciale 299 che si sviluppa lungo la sponda destra del fiume Sesia, la strada in sponda sinistra presenta in ogni caso un livello di traffico significativo. Pertanto, la nuova pista ciclabile sarà realizzata in prevalenza (soprattutto lungo i tratti in cui i veicoli raggiungono le velocità maggiori) in sede propria, al fine di garantire il massimo della sicurezza di percorrenza. «Facendo squadra e lavorando in sinergia – concludono i tre amministratori -, siamo riusciti a coinvolgere nel progetto una azienda del territorio e a rivedere il precedente tracciato sul tratto del comune di Quarona. Dall’anno prossimo, i ciclisti che si muovono sull’asse Varallo-Quarona, potranno contare su un tracciato sicuro. Questo è un esempio tangibile di come i progetti che legano Varallo, Quarona e Borgosesia, sono e saranno sempre più condivisi».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *