Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ponte Doccio da rimettere a nuovo con 400mila euro
Attualità Borgosesia e dintorni -

Ponte Doccio da rimettere a nuovo con 400mila euro

Il Comune ha richiesto un finanziamento ministeriale

ponte doccio, lavori

Ponte Doccio chiesto un finanziamento ministeriale.

Ponte Doccio un lavoro da 400mila euro

Si apre per il Comune di Quarona l’opportunità di poter sistemare il ponte in cemento sul fiume Sesia che collega il paese a frazione Doccio. Si tratta di un lavoro consistente, per il quale è stata presentata una richiesta di finanziamento ministeriale. Se l’esito della pratica sarà positivo, ci sarà la possibilità di mettere mano anche a tutta la strada che dal ponte raggiunge la rotonda sulla provinciale “299”. Il progetto è stato redatto per un importo complessivo previsto in 400mila euro. Il primo passo è stata una variazione di bilancio per poter inserire in sede previsionale l’ammontare dell’opera.

Il Comune in attesa

Ora il Comune resta in attesa di una risposta. «Un intervento di rinnovo del ponte per Doccio era fra i nostri obiettivi – spiega il sindaco Sergio Svizzero -, ovviamente i costi sono proibitivi per le casse comunali. Uno spiraglio si è aperto con la legge finanziaria che concede la possibilità di ottenere finanziamenti per interventi di messa in sicurezza del territorio e degli edifici pubblici. La documentazione per la richiesta di contributo era da presentare entro il 20 febbraio, e ci siamo mossi per poter concorrere a questa opportunità. Non rimane ora che aspettare di vedere se la richiesta verrà accolta».

La strada

Nello specifico, il progetto riguarda l’intera strada comunale denominata via per Doccio, ossia quella che dal capoluogo, proseguendo da via Zignone, porta alla rotonda sulla provinciale “299” all’ingresso della frazione. «L’elemento più importante sarà ovviamente il ponte sul Sesia – valuta il primo cittadino -. Seppur non vi siano particolari problemi, il passaggio inizia ad avere qualche anno sulle spalle e l’arrivo delle risorse economiche necessarie permetterebbe di effettuare verifiche e assicurare una significativa ristrutturazione». Gli altri fattori basilari del progetto coinvolgono la strada che porta alla frazione. «L’intervento porterebbe benefici su tutto il tratto – conferma Svizzero -, con la sistemazione del piccolo ponticello sul rio Molino e la realizzazione di un marciapiede che permetta maggiore sicurezza ai pedoni dal ponte sino alle prime case della frazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente